in

FCA: continua lo sciopero a Kragujevac. Produzione ferma, interviene il Governo serbo

Lo stabilimento dove si produce la 500L è in sciopero da fine giugno

Lo sciopero dei lavoratori dello stabilimento di FCA di Kragujevac in Serbia continua. I lavori di produzione della Nuova Fiat 500L, l’unico modello che viene prodotto nel sito sono fermi a causa dell’agitazione degli oltre 2000 lavoratori di FCA di Kragujevac che continuano a richiedere all’azienda un incremento salariale. Attualmente, i dipendenti del sito di produzione guadagnano, a seconda degli incarichi, tra i 40 ed i 50 mila dinari (meno di 400 Euro).

Per cercare di trovare una soluzione a questa situazione, che oramai va avanti dalla fine dello scorso mese di giugno, è intervenuto anche il Governo serbo ed il Primo Ministro Ana Brnabic, in carica da meno di due settimane. Il comunicato stampa diffuso dal Governo e tradotto da SerbianMonitor afferma quanto segue:

“A causa della straordinaria importanza che la fabbrica Fiat di Kragujevac riveste per l’economia serba, per la città di Kragujevac, i fornitori, i dipendenti e le loro famiglie, la Prima Ministra Brnabic ha ordinato alle due parti di avviare i negoziati ad alto livello. Il comitato di sciopero è stato chiamato per avviare immediatamente i negoziati e quindi mostrare responsabilità nei confronti dei dipendenti e dell’intera Serbia perché la Fiat è una parte importante dell’economia serba

Da fonti interne sembrerebbe che i vertici di FCA non hanno intenzione di avviare una negoziazione sino a quando le attività di produzione dello stabilimento non riprenderanno. A tal proposito, Zoran Markovic, presidente del comitato di sciopero, ha dichiarato “Potremmo interrompere temporaneamente lo sciopero, ma anche questo è qualcosa che i sindacati e i lavoratori devono decidere”

Al momento, in ogni caso, la situazione è ancora in stallo. La produzione a Kragujevac è ferma e, di fatto, la trattativa per la risoluzione dei problemi con i dipendenti non è ancora iniziata. L’intervento del Governo serbo potrebbe giocare un ruolo importante per sbloccare la situazione e far tornare tutto alla normalità. Intanto lo stop alla produzione sta creando significativi ritardi per le consegne della 500L. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.

Fonte

Written by Davide Raia

Appassionato di tecnologia e motori da sempre, editor e blogger, scrivo sul web da più di dieci anni. Ho collaborato con diverse testate online, occupandomi di temi differenti ma senza mai abbandonare il mondo dei motori ed, in particolare, il settore auto che ormai seguo quotidianamente con l’obiettivo di scoprire news e curiosità su tutti i nuovi modelli in arrivo. Nel tempo libero leggo, monto e smonto PC e cambio smartphone con troppa frequenza. Prossimo obiettivo: acquistare un’auto elettrica.