in

FCA: vendite in calo del -9.2% a luglio in Italia ma Fiat limita le perdite (-3%)

Ecco come stanno andando le vendite di FCA in Italia

fca vendite europa

Il mercato italiano delle quattro ruote chiude il mese di luglio con 136 mila unità vendute e con un calo percentuale del -11% rispetto ai dati dello scorso anno. Il gruppo FCA, pur registrando un calo delle vendite, riesce a fare leggermente meglio dell’intero mercato italiano. L’azienda, infatti, ha venduto un totale di 31 mila unità in Italia nel corso del mese di luglio con un calo del -9.18% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. Per FCA, quindi, la quota di mercato di luglio è stata del 22.9%, in crescita rispetto al 22,45% registrato nel luglio dello scorso anno.

Per quanto riguarda il parziale annuo, invece, FCA si ferma a 170 mila unità vendute tra gennaio e luglio. In questo caso, l’azienda fa registrare un calo del -43.6% delle vendite in Italia rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con una quota di mercato che si ferma al 23.7%. Da notare, inoltre, che l’intero mercato auto italiano chiude i primi sette mesi dell’anno con 720 mila unità vendute e con un calo del -41.7%.

FCA si conferma il gruppo leader del mercato italiano anche se il vantaggio rispetto al gruppo Volkswagen si riduce. Il colosso tedesco ha totalizzato 121 mila unità vendute con un calo del -35% nel parziale annuo. A luglio, inoltre, Volkswagen ha registrato una crescita del +1.8%. Da notare, invece, che PSA ha chiuso i primi sette mesi dell’anno con 110 mila unità vendute in Italia e con un calo del -45% rispetto allo scorso anno. Potenzialmente, quindi, il futuro gruppo Stellantis che nascerà dalla fusione di FCA e PSA avrebbe totalizzato circa 280 mila unità vendute con una quota di mercato prossima al 40%.

Vediamo ora come stanno andando le vendite dei vari brand di FCA:

Fiat

Il marchio Fiat chiude il mese di luglio con poco meno di 20 mila unità vendute in Italia e con un calo del -3% rispetto ai dati raccolti nel luglio dello scorso anno. Per il brand, il settimo mese dell’anno si chiude con una quota di mercato del 14,3%. Nel parziale annuo, Fiat registra 109 mila unità vendute con un calo del -42.6% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. La quota di mercato, in questo caso, è del 15,2%.

Jeep

Jeep registra un totale di 3.637 unità vendute nel corso del mese di luglio con un calo percentuale del -17.6% rispetto al luglio dello scorso anno. Dopo i primi sette mesi dell’anno, il brand americano si ferma a 29 mila unità vendute con un calo del -46% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. La quota di mercato di Jeep è del 4.06%.

jeep renegade

Lancia

Per Lancia, invece, il mese di luglio si chiude con 3.637 unità vendute e con un calo percentuale del -15% rispetto ai dati dello scorso anno. Nel parziale annuo, ovvero nel periodo compreso tra gennaio e luglio, Lancia registra un totale di 22.407 unità vendute con un calo del -42.5%. La quota di mercato del brand è del 3.11%.

Alfa Romeo

Come evidenziato nel nostro articolo d’approfondimento, Alfa Romeo chiude il mese di luglio con un calo del -20.7% e con un totale di 1.724 unità vendute nel nostro Paese. Al termine dei primi sette mesi dell’anno in corso, inoltre, Alfa Romeo registra un totale di 8.550 unità vendute, evidenziando un calo percentuale del -48.44% rispetto allo scorso anno. Alfa Romeo presenta una quota di mercato dell’1.19%.

Maserati e Ferrari

Maserati risente della crisi del mercato delle quattro ruote in modo significativo. Il brand del Tridente, infatti, registra un totale di 129 unità vendute nel corso del mese di luglio, con un calo del -49% rispetto ai dati raccolti nel corso del luglio dello scorso anno. Nel 2020, inoltre, il marchio ha venduto 681 unità con un calo del -53%. 

Ferrari, grazie alle 83 unità vendute nel corso del mese di luglio, si porta a 355 unità distribuite in Italia da inizio 2020. Nel confronto con lo scorso anno, la casa di Maranello registra una crescita del +2.3%. 

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI