in

Fiat Panda è la più venduta del primo trimestre del 2017 in Italia

La Panda precede la Lancia Ypsilon e la 500. La Tipo leader del segmento C

Anche alla fine del primo trimestre del 2017, la Fiat Panda si conferma l’auto più venduta in Italia con risultati davvero straordinari che mettono in mostra l’ottimo stato di salute di una vettura che ha davanti a sé ancora una lunga carriera.

A marzo, infatti, sono state distribuite 17.476 unità di Fiat Panda in Italia, un risultato decisamente migliore rispetto alle quasi 16 mila unità vendute nel corso del marzo del 2016. Il primo trimestre dell’anno in corso, grazie anche alla performance di marzo, si chiude in modo decisamente positivo per la Panda.

Con 48.408 unità vendute, la Fiat Panda è per distacco l’auto più vendute in Italia nei primi tre mesi dell’anno. Rispetto allo scorso anno, le vendite della Panda fanno registrare, alla fine del primo trimestre, un buon +9.5%, un dato che evidenzia la continua crescita della city car italiana che, ricordiamo, viene da un 2016 davvero ottimo.

Il domino della Fiat Panda in Italia è ancora più netto se si va a considerare la seconda posizione della classifica delle più vendute in Italia che vede i buoni risultati della Lancia Ypsilon che con 21.287 unità vendute cresce del +9.4%. Al terzo posto in questa speciale classifica troviamo, invece, la Fiat 500 che con 17.201 unità vendute cresce del +6%.

Se diamo uno sguardo agli altri segmenti di mercato registriamo il successo della Fiat Tipo che chiude il primo trimestre come leader indiscussa del segmento C con un totale di 16.446 unità vendute (il dato considera le tre varianti della famiglia Tipo, ovvero la 4 porte, la 5 porte e la station wagon). Calano, invece, le vendite di altri modelli di FCA come la 500L (-5%), la 500X (-10,7%) e l’Alfa Romeo Giulietta (-9.7%). Continua a crescere, con una percentuale del +14%, la Jeep Renegade.

Fonte: Unrae

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: il 6 aprile importante appuntamento negli USA

Fiat, Alfa Romeo, Jeep e Lancia

Alfa Romeo, Fiat e Jeep: ecco come sono andate le cose in Germania a marzo 2017