in

Mattia Binotto vorrebbe il pubblico al Mugello

Mattia Binotto ha incontrato il sindaco di Firenze Nardella per discutere di una possibile apertura ai tifosi presso il Gran Premio del Mugello

Mugello 1

Quella del Gran Premio che si disputerà al Mugello, denominato GP Toscana Ferrari 1000, sarà una grande festa. La Formula 1 corre per la prima volta sull’iconico tracciato toscano e sarà il secondo Gran Premio che si disputerà quest’anno in Italia, sebbene ci siano già concrete speranze anche per un terzo Gran Premio italiano da disputarsi ad Imola. Ma il tracciato del Mugello ospiterà anche la grande festa del 1000esimo Gran Premio di Formula 1 messo in pratica dalla Scuderia Ferrari, sperando che giunti fin lì le cose possano andare un pochino meglio a bordo di questa mal messa SF1000.

Ora che mancano circa una 50ina di giorni all’approssimarsi dell’evento toscano, la nona prova del mondiale di Formula 1 di questo pazzo 2020 potrebbe riservare una sorpresa in più. Sembra infatti che ci sia già stato un interessante incontro tra il team principal della Scuderia, Mattia Binotto, che è anche proprietaria dell’impianto e il sindaco di Firenze Dario Nardella. Il primo cittadino è stato accompagnato anche dall’assessore allo sport, Cosimo Guccione e da Nicola Armentano che è consigliere delegato allo sport della medesima città metropolitana. La volontà comune è quella di riportare i tifosi sulle tribune.

In numero limitato

Si può dire che Mattia Binotto non ha mai nascosto la speranza di rivedere i tifosi sulle tribune proprio a cominciare dal Mugello. Il fatto che proprio qui venga celebrato il Gran Premio numero 1000 per la Ferrari, potrebbe essere utile ad istaurare un vero e proprio clima di festa che non lasci a secco la passione dei tifosi. Si è parlato proprio di questo nell’incontro di Maranello tra Binotto e l’entourage di Nardella.

È chiaro che qualora venga concessa una pseudo deroga, le tribune del Mugello potranno accogliere soltanto un numero limitato di tifosi per non intaccare l’impianto normativo che segue le regole dettate dalla pandemia da Coronavirus. In ogni caso sarebbe un primo spiraglio e una bella notizia per tutti gli appassionati che attendevano da sempre un evento mondiale al Mugello. A dire il vero si paventava una prima introduzione dei tifosi a partire dal Gran Premio di Sochi, ma a questo punto potrebbe quindi essere il Mugello ad aprire la strada. Lo stesso Nardella era stato tra i più entusiasti dell’ufficialità di un Gran Premio da corrersi al Mugello, tanto che a suo tempo aveva ammesso di essere “onorati di ospitare a Firenze la festa del 1000esimo Gran Premio della Ferrari” aggiungendo anche che “Firenze e Ferrari sono un connubio straordinario nel mondo, all’insegna della genialità, della creatività e della cultura italiana”. Un connubio che potrebbe quindi riportare una piccola presenza di tifosi sulle tribune il prossimo 13 settembre, giorno del GP Toscana Ferrari 1000.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento