in

Charles Leclerc: “in gara la SF1000 era inguidabile”

Leclerc ha ammesso che la sua SF1000 durante il Gran Premio di Ungheria si comportava in maniera differente rispetto a quanto visto in Qualifica

Leclerc

Quello 2020 è sicuramente l’avvio di stagione più deludente degli ultimi tempi in casa Ferrari. lo sanno i suoi piloti e lo sa bene anche Mattia Binotto. Lo sa Charles Leclerc che al ritorno dalla trasferta di Ungheria sa di aver poco per cui gioire visto che rientra con un evidente zero in termini di punti guadagnati all’Hungaroring. Dopo appena una settimana dalla deludente situazione venutasi a verificare in Stiria, il risultato dell’Ungheria non ha niente di assimilabile ad un riscatto visto l’undicesimo posto finale.

Il risultato finale è quindi una chiara messa in atto delle difficoltà che sta vivendo la Scuderia quest’anno.

Graining e sottosterzo

Nonostante i grossi distacchi dalle prime posizioni, le Qualifiche del sabato certificavano una migliore interpretazione del tracciato d’Ungheria proveniente dalla problematica SF1000. Tuttavia la monoposto di Charles ha patito ieri non pochi problemi legati alla mescola Soft delle sue Pirelli, rispetto alle Medium utilizzate dagli altri compreso il suo compagno di squadra Sebastian Vettel.

Difatti dopo aver sostituito le Intermedie, con le quali tutti avevano cominciato il Gran Premio, il monegasco ha cominciato a soffrire un marcato graining e un evidente sottosterzo che gli facevano perdere posizioni e aumentavano i distacchi dalle posizioni di vertice. La pioggia che tutti si aspettavano nel frattempo non è mai arrivata e ha scompigliato i piani di chi come Leclerc avrebbe probabilmente giovato di una situazione poco stabile dal punto di vista meteorologico.

“Sicuramente il passaggio alle gomme Soft ha condizionato negativamente la nostra gara. Dovevo di certo passare alle slick, ma la scelta delle Soft è stata decisamente sbagliata. Bisogna imparare molto ma siamo anche consapevoli che anche se avessimo scelto la gomma giusta avremmo comunque faticato parecchio soprattutto nel finale”, sono queste le parole di Leclerc al termine del Gran Premio d’Ungheria.

Il monegasco ha poi espresso il suo parere sulle problematiche che affliggono la SF1000 che nonostante si era rivelata ben bilanciata sabato, ieri è apparsa molto differente secondo il parere di Charles. “Ci sarà da analizzare bene tutti i dati della mia macchina perché non capisco cosa sia successo. La performance non è quella che volevamo ottenere per agguantare un risultato migliore, ma venerdì e sabato il bilanciamento mi convinceva di più. Sicuramente non abbiamo fatto molti cambiamenti sulla SF1000 ma in qualifica le cose andavano meglio delle aspettative, ma in gara è stato davvero difficile. C’è molto da lavorare ancora” ha concluso Charles.

 

 

 

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento