in

Il GP Mugello a un passo dall’annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare tra qualche giorno

Il Gran Premio del Mugello dovrebbe disputarsi il prossimo 13 settembre, l’annuncio ufficiale dovrebbe arrivare a giorni

Mugello Test

Come era stato ampiamente anticipato, ormai da diverso tempo, la Formula 1 dovrebbe annunciare l’ulteriore set di Gran Premi da disputarsi durante la stagione 2020 già nei prossimi giorni. Tra questi non mancherà il Gran Premio del Mugello (che dovrebbe assumere la denominazione di Gran Premio di Toscana) che sarà il primo in programma della seconda parte della stagione.

Il tracciato del Mugello ospiterà infatti il Gran Premio nello slot del 13 settembre (com’era già noto) in modo da costituire un ulteriore tris di Gran Premi a seguire che partiranno con le ovvie caratterizzazioni di Spa e Monza. Il Mugello, che tradizionalmente ospita la tappa italiana della MotoGP, ha già confermato l’annullamento di questo evento a causa degli ovvi cambiamenti derivanti dalla pandemia da Coronavirus che ha stravolto ogni cosa in questo 2020.

Ulteriori conferme

Anche il Gran Premio di Russia, a Sochi, dovrebbe essere confermato per quello che riguarda la sua data originale del 27 settembre con gli organizzatori che hanno già iniziato a pubblicizzare la vendita dei biglietti, mettendoli precedentemente in sospeso. La mossa indica che la gara potrebbe essere una delle prime nel 2020 che consentirà l’effettiva partecipazione dei fan sulle tribune.

Si spera anche di poter correre il Gran Premio del Canada immediatamente dopo il Gran Premio di Russia. Le considerazioni meteorologiche hanno indicato che l’inizio di ottobre rappresentava l’unica finestra realistica e Portimao in Portogallo dovrebbe ora essere introdotto all’interno di quello spazio temporale.

A fine ottobre, Cina e Vietnam riceveranno anch’essi slot all’interno del calendario rivisto. Il Vietnam ha ripreso slancio nelle ultime settimane. Si pensava che gli organizzatori di Hanoi fossero pronti ad aspettare fino al 2021 per ospitare la loro gara inaugurale piuttosto che organizzare due eventi entro cinque o sei mesi di distanza l’uno dall’altro, ma il governo ha recentemente espresso il proprio sostegno alla gara.

Cina ancora in bilico

Al contrario, i piani per la Cina potrebbero ancora essere compromessi da una dichiarazione dell’amministrazione generale dello sport resa proprio questa settimana in cui si afferma che “in linea di principio” non ci saranno eventi importanti nel Paese, ad eccezione di quelli organizzati in preparazione delle Olimpiadi Invernali del 2022 in programma a Pechino.

Si ritiene che il prossimo annuncio da parte della Formula 1 riguarderà gli eventi in programma per settembre e ottobre prossimi, lasciando la maggior parte del mese di novembre libera per il momento. I Gran Premi di Stati Uniti, Messico e Brasile non sono stati ancora rinviati o annullati, ma tutti e tre sono in serio dubbio e con il Canada scomparso ciò significherebbe che non ci sarà nessun evento di Formula 1 nelle Americhe nel 2020. Come previsto, il piano è di chiudere la stagione con due gare in Bahrain il 29 novembre e il 6 dicembre, prima del finale di Abu Dhabi il 13 dicembre.

Imola e Hockenheim rimangono in stand-by e potrebbero essere inserite in eventuali slot, se le condizioni meteorologiche locali lo consentiranno.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento