in

Sebastian Vettel: “siamo fiduciosi ma non partiamo sconfitti”

Sebastian Vettel ha ammesso che la Ferrari non parte sconfitta in questa ultima stagione che li vedrà assieme

Sebastian Vettel - 2

I lunghi mesi di attesa sembrano essere terminati, ora che appare davvero alle porte il primo Gran Premio della stagione di Formula 1 in terra d’Austria. Il maledetto Coronavirus pare abbia lasciato maggiori possibilità di manovra, almeno per ora, tanto che sembra si possa ripartire con una piccola dose di tranquillità in più. Meglio di niente in questi tempi.

Per Sebastian Vettel il ritorno coincide con l’avvio di un anno da separato in casa, alla guida di una SF1000 piena di incognite e dotata di poche certezze (almeno fino ad ora) e di una Scuderia Ferrari che abbandonerà per sempre già alla fine di questa strana stagione. È chiaro che la voglia di ritornare a fare quello che un pilota ama più di ogni altra cosa, ovvero guidare, si somma alla volontà di chiudere al meglio un anno che è anche quello della parentesi che chiude il rapporto con un team che purtroppo gli ha permesso di ottenere poco rispetto ai sogni della vigilia.

C’è voglia di ripartire

Il desiderio della ripartenza coincide con la volontà dei più e non è un mistero che anche Sebastian Vettel abbia già ammesso che “siamo tutti desiderosi di rientrare in pista perché ormai siamo fermi da tanto, troppo tempo. All’inizio la pausa è stata giusta e ottima per vari motivi visto che tutti siamo stati accanto alle nostre famiglie dalle quali stiamo distanti per tanto tempo durante l’anno. Ora c’è bisogno di ritornare in pista”.

Di certo approdare al Red Bull Ring senza l’apporto fondamentale dei tifosi sarà una di quelle cose che mancherà fortemente a questa Formula 1 post-Covid. Il tracciato di proprietà del suo ex team è tra l’altro una delle piste più amate dal tedesco che è già “pronto a dare il massimo, ma non sarà lo stesso senza i nostri tifosi che ci sostengono. Il tracciato d’Austria è una giostra velocissima e mi piace da morire, anche perché si corre in altura e a me piace la montagna” ha ammesso Sebastian.

Ma un po’ come Mattia Binotto e Charles Leclerc, anche Sebastian è apparso prudente sulle velleità di questa ultima stagione in Rosso. La Ferrari del Montmelò è infatti apparsa costantemente attardata rispetto ai programmi messi a disposizione da Mercedes e probabilmente anche da Red Bull: “dobbiamo essere realisti per quanto riguarda i valori in campo visti durante i test pre stagionali. Ma non partiamo sconfitti!” ha aggiunto. Di certo un ulteriore novità che viene introdotta per la prima volta durante questa stagione è determinata dai Gran Premi da disputarsi presso il medesimo tracciato, a distanza di una sola settimana. Si comincerà proprio dall’Austria. Sulla questione Vettel ha ammesso che “sarà molto particolare correre due Gran Premi di fila qui. Ciò significa che la settimana seguente avremo diversi dati da utilizzare e sui quali fare affidamento. Il primo Gran Premio sarà diverso dal secondo, questo è sicuro”.

Sembra che le notifiche siano off!