in

Fiat Chrysler: previsto calo del 35% nelle vendite di auto in Italia

Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles prevede un calo delle vendite di auto in Italia del 35% nel 2020 a causa dell’epidemia di coronavirus

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles prevede un calo delle vendite di auto in Italia del 35% nel 2020 a causa dell’epidemia di coronavirus. La fosca previsione è stata fatta in parlamento da Pietro Gorlier, chief operating officer di Fca per Europa, Medio Oriente e Africa. Nel nostro paese nella prima metà dell’anno le immatricolazioni di vetture sono diminuite del 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Secondo il numero uno di FCA in Europa ci sarebbero almeno 450 mila auto nei magazzini delle concessionarie che aspettano ancora di trovare un acquirente.

Il gruppo Fiat Chrysler prevede un calo delle vendite di auto in Italia del 35% nel 2020 a causa dell’epidemia di coronavirus

Le cose dovrebbero migliorare nella seconda metà dell’anno ma il calo previsto da Fiat Chrysler dovrebbe comunque essere pari almeno a -35%. Gorlier ha inoltre parlato degli investimenti che il suo gruppo effettuerà in Italia dopo che lo Stato italiano ha garantito il prestito da 6,3 miliardi che il gruppo utilizzerà per le sue attività in Italia. In particolare verranno lanciati la Fiat 500X ibrida, il nuovo Alfa Romeo Tonale e l’atteso D-SUV di Maserati che sarà prodotto dal prossimo anno nello stabilimento di Cassino.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: importanti dichiarazioni del numero uno in Spagna e Portogallo

 

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento