in

Alfa Romeo Giulia GTA potrebbe non arrivare negli Stati Uniti

Le Giulia GTA e GTAm resteranno per il momento solo in Europa

Durante un recente videochiamata con Alfa Romeo, dove si è parlato degli ultimi aggiornamenti di Giulia e Stelvio, un noto sito Web statunitense ha avuto l’opportunità di porre domande sui prodotti futuri. Innanzitutto, le due auto succitate sono state migliorate in occasione del lancio del model year 2020.

In particolare, Steven Richards, brand manager di Alfa Romeo, ha affermato che i due modelli sono stati migliorati in diverse aree importanti identificate internamente, dai giornalisti e dai clienti.

Alfa Romeo Giulia GTA tre quarti posteriore

Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm: le prestanti vetture potrebbero non essere commercializzate negli USA

Alcune di queste migliorie riguardano il nuovo sistema di infotainment con display touch, dei materiali interni di maggior qualità e una tecnologia di sicurezza aggiornata con guida autonoma di Livello 2. Tuttavia, almeno per il model year 2020, la gamma del Biscione dedicata al mercato statunitense non includerà le prestanti Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm.

Vi ricordiamo che GTA è l’acronimo di Gran Turismo Alleggerita che viene utilizzato per indicare i modelli della casa automobilistica di Arese più leggeri e dedicati alla pista. Entrambe le vetture sono state svelate all’inizio di quest’anno con un motore V6 biturbo da 2.9 litri capace di sviluppare una potenza di 540 CV.

Alfa Romeo Giulia GTA interni

Oltre a questo, rispetto alla Giulia standard abbiamo un peso ridotto di 100 kg e vari aggiornamenti aerodinamici estremi. Alla domanda se la Giulia GTA/GTAm starebbe arrivata come model year 2021, Richards ha confermato che attualmente sono modelli dedicati solo al mercato europeo.

Dopo la domanda, il responsabile del Biscione ha chiesto se Alfa Romeo dovesse portare le GTA e GTAm sul mercato statunitense. La risposta del noto sito Internet è stata di sì. Dato che il marchio di FCA prevede di costruire soltanto 500 esemplari, era abbastanza improbabile l’arrivo negli Stati Uniti.

Per quanto riguarda gli altri modelli futuri, Steven Richards ha dichiarato che il Tonale sarà il primo ibrido plug-in di Alfa Romeo e inoltre sarà un prodotto globale. A parte queste informazioni, però, il brand manager non ha rivelato nient’altro. Inizialmente, il Biscione stava lavorando su una nuova sportiva con motore centrale ma purtroppo questo progetto è stato cancellato a causa delle scarse vendite.

Il piano quinquennale iniziale, annunciato durante il Capital Markets Day 2018, anticipava l’arrivo di una serie di veicoli ma purtroppo molti di questi sono stati cancellati o posticipati in quanto Alfa Romeo adesso si sta concentrando sul mercato SUV.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento