in

Leclerc diventerà campione del mondo, parola di Mattia Binotto

Il team principal della Ferrari ha parlato dell’importanza di Charles Leclerc all’interno del team e del nuovo arrivato Carlos Sainz. Ma ci sono parole apprezzabili anche per Vettel

Mattia Binotto

La volontà di puntare su Carlos Sainz, sostituendo l’esperto Sebastian Vettel, è risuonata come una decisione dedita a fornire a Charles Leclerc lo status di prima guida in casa Ferrari. In questo modo la definizione dei ruoli dovrebbe apparire più concreta, almeno sulla carta. Tuttavia lo stesso Carlos Sainz ha ammesso che non è giunto in Ferrari con la volontà di stabilirsi quale seconda guida del gruppo, in ogni caso i reali valori in campo si vedranno il prossimo anno e le decisioni da prendere con molta probabilità scaturiranno a partire proprio da quella data.

Parlando con gli spagnoli di Marca, il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha più volte elogiato Leclerc esaltando anche la nuova coppia che si costituirà a partire dal prossimo anno. Ipotizzando anche felici sistemazioni per Sebastian Vettel che lascerà Maranello a fine anno.

Il ruolo di Leclerc nella scelta di Sainz

Binotto ha sottolineato l’importanza di poter disporre di Charles Leclerc nella decisione di portare in Ferrari proprio Carlos Sainz. Binotto ha ammesso che “è importante che Charles sia coinvolto in questo tipo di decisioni. È importante avere il suo feedback. Per noi Charles rappresenta un investimento ed il futuro della Ferrari. Su di lui abbiamo investito moltissimo e per lungo tempo, sino dalla Formula 3, poi in Formula 2 quindi fino alla Ferrari di Formula 1. Spero che quest’anno possa essere ancora più forte e ancora più forte nel prossimo futuro. Per questo lo abbiamo voluto con noi fino al 2024. Contiamo molto sul suo futuro, sappiamo che può diventare il più forte nella storia della Formula 1”. Ma anche su Carlos Sainz lo stesso Mattia Binotto ha ammesso che molto presto diventerà anche lui un campione del mondo.

Sui possibili problemi di convivenza

Per il team principal della Ferrari, il madrileno “è un giovane pilota e per noi è importante averlo in Ferrari visto che stiamo puntando su una squadra giovane ma esperta. È un grande lavoratore oltre che veloce e intelligente. Capisce anche quale è lo spirito della Ferrari”. Sulla convivenza tra Sainz e Leclerc, Mattia Binotto ha detto che non crede nella realizzazione di particolari problemi tra i due “tutto andrà bene. Se si venissero a creare problemi bisognerà sicuramente mediare ma prendiamo tutto con positività. Puntiamo ad avere buoni piloti che abbiano un forte spirito di squadra. La Ferrari deve essere al primo posto per loro. Per chi sarà la prima o la seconda guida ce lo dirà la pista, era così anche al tempo di Schumacher”. In ogni caso Binotto ha ammesso che vorrebbe vedere Carlos “gareggiare ai massimi livelli come Charles, aiutando la Ferrari a vincere il Campionato Costruttori. Il primo anno magari sarà difficile per lui perché dovrà capire macchina e squadra ma penso si abituerà velocemente”.

Charles Leclerc

Infine su Sebastian Vettel le parole di Mattia Binotto sono rimaste comunque apprezzabili: “se Sebastian troverà un posto in Mercedes sarei molto felice per lui. Lasciarlo andare via non è stata una decisione semplice”. In ogni caso bisogna vedere come andranno le cose in questo strano 2020.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento