in

Formula 1: in Austria potrebbe comparire la sprint race

FIA e Liberty Media hanno proposto di introdurre una sprint race in Austria e Gran Bretagna dove si correranno due GP

Vettel
Vettel

Con la riforma regolamentare vista la scorsa settimana e votata dalla FIA, c’è un’ulteriore proposta che interesserebbe il doppio Gran Premio di Austria in programma il 5 e il 12 luglio prossimi. La proposta deriva da una vecchia idea del buon Ross Brawn il quale sosteneva la possibilità di realizzare una “sprint race”: in questo caso da poter sperimentare magari proprio durante il secondo Gran Premio in programma al Red Bull Ring.

Nell’eventualità la gara sprint dovrebbe comunque avere una distanza stabilita, probabilmente nell’ordine dei 100 chilometri complessivi che rappresentano un terzo della distanza complessiva di un Gran Premio. La griglia di partenza si formerebbe sulla base della classifica del mondiale, invertendola. In questo modo chi vince il primo Gran Premio della stagione partirebbe per ultimo e così via. Tuttavia la distanza effettiva da percorrere dovrebbe essere ragionata sulla base della durata delle power unit che dovranno avere sempre la vita utile fissata ad un Gran Premio, e nel caso di una sprint race il range si accorcerebbe sicuramente.

Fornire maggiore spettacolo

La volontà che porterebbe a realizzare la sprint race andrebbe ricercata nella possibilità di portare imprevedibilità in Formula 1, soprattutto in Austria dove c’è il timore che il doppio Gran Premio possa disporre del medesimo risultato in entrambi gli appuntamenti. Quindi la stessa modalità potrebbe poi essere riprodotta anche a Silverstone, dove si prevedono altri due Gran Premi, fornendo la base di partenza per un ulteriore cambiamento delle modalità di approccio nel Circus.

La possibilità di realizzare le sprint race dovrà comunque essere approvata all’unanimità dei voti dei singoli team, ma in passato proposte simili non erano state mai approvate. La strada quindi è in salita, sebbene con la scusa della pandemia chi legifera sulla Formula 1 potrebbe cogliere la palla al balzo e promuovere la modifica regolamentare. In ogni caso emergono già diversi malumori, a cominciare dalla Mercedes che non vede di buon occhio una tale conformazione del Gran Premio.