in

Formula 1 2020: cancellato il GP di Zandvoort, Silverstone si disputerà e Imola sulla rampa di lancio

Sembrano risolti i problemi a Silverstone, sebbene Zandvoort ha annunciato la cancellazione del Gran Premio mentre a Imola si spera per il 13 settembre

Antonio Giovinazzi - 4

Con molta probabilità a partire dal primo giugno prossimo, la Formula 1 comunicherà il calendario ufficiale per questa stagione 2020 monca di vari Gran Premi caratterizzato da otto GP in Europa tutti da disputarsi esclusivamente a porte chiuse. Se l’avvio in Austria (con doppio Gran Premio) appare ormai confermato a cominciare dal prossimo 5 luglio, a Zandvoort hanno chiuso ogni patto col 2020 rimandando il rientrante Gran Premio di Olanda all’anno prossimo.

Il Gran Premio di Olanda è diventato quindi il quarto ad essere ufficialmente cancellato in questo 2020. I primi 10 round della stagione sono stati annullati o rinviati a causa della pandemia da COVID-19, col Gran Premio di Zandvoort in forse già alcuni mesi fa quando originariamente veniva previsto per l’inizio di maggio. I recenti calendari diffusi in forma di bozza non hanno incluso un nuovo slot e gli organizzatori hanno quindi confermato che il GP si svolgerà nel 2021.

I fan nodo fondamentale

La società che organizza il Gran Premio olandese ha dichiarato che “abbiamo dovuto prendere atto che non è più possibile organizzare una gara con i fan sulle tribune quest’anno. Pertanto, è stato deciso che la gara non si svolgerà in questa stagione”. L’ex pilota di Formula 1 Jan Lammers, direttore sportivo della gara, ha dichiarato che è stata analizzata la possibilità di tenere il Gran Premio di Olanda anche senza la presenza dei tifosi, ma come evento di ritorno dopo tanti anni e in attesa di una folla significativa che supporta Max Verstappen, è stata presa la decisione di attendere fino a che la situazione non sarà migliore di quella attuale in modo da permettere l’ingresso dei tifosi.

“Eravamo completamente pronti per questa prima gara e lo siamo ancora”, ha detto Lammers “un risultato incredibile è stato raggiunto grazie a tutti i fan, le aziende e i governi coinvolti. Noi e la Formula 1 abbiamo fatto tutto il possibile per tenere una gara riprogrammata quest’anno senza spettatori, ma vorremmo festeggiare questo momento, il ritorno della Formula 1 a Zandvoort, insieme ai nostri fan. Chiediamo a tutti di essere pazienti. Ho dovuto aspettare con ansia per 35 anni, quindi posso aspettare un altro anno”.

Parabolica a Zandvoort
La nuova parabolica a Zandvoort

L’annuncio del Grand Prix olandese arriva mentre la F1 si prepara a delineare il suo ultimo calendario per la stagione europea. Una dichiarazione formale arriverà probabilmente all’inizio della prossima settimana, ma è chiaro che l’incertezza relativa al Gran Premio di Gran Bretagna ha portato a un nuovo approccio che vedrà otto gare in 10 settimane per iniziare la stagione.

I piani attuali sono per due gare in Austria seguite da un round in Ungheria, quindi uno stop di una settimana prima di un’altra tripla testa composta da due gare a Silverstone e una in Spagna. Dopo un secondo fine settimana libero, il doppio appuntamento di Spa e Monza si svolgerà ancora nelle loro date originali rispettivamente del 30 agosto e del 6 settembre.

Sembra risolta la questione Silverstone

Pare differente la situazione in Gran Bretagna. La Federazione Inglese, in accordo con Liberty Media, pare averla spuntata sulle situazioni di blocco che avevano interessato il Gran Premio di Gran Bretagna con la seria possibilità che questo avrebbe dovuto battagliare con problemi di quarantena che avrebbero reso impossibile la corretta gestione del Gran Premio stesso.

Tuttavia la situazione non appare ancora particolarmente definitiva, ma c’è la volontà di non rinunciare ad un evento da sempre all’interno del calendario iridato di Formula 1. Sembrerebbe che a Silverstone ci sia spazio per disputare un doppio Gran Premio il 2 e il 9 agosto prossimi, all’indomani di una settimana di stop. Dovrebbe quindi essere applicata una deroga che escluderebbe il personale del Circus dall’incombenza della quarantena obbligatoria. Il fatto che si sia posto il Gran Premio con una collocazione avanzata di due settimane appare non casuale visto che si vorrebbe giungere in Inghilterra quando le misure restrittive saranno probabilmente ridotte. Con Silverstone che appare ormai probabile, viene meno la possibile trasferta tedesca visto che dopo l’appuntamento austriaco si andrebbe a Budapest.

Silverstone

Il nuovo possibile calendario ha ricevuto anche il benestare della GPDA guidata da Alex Wurz, il quale ha detto che “nessuno nel motorsport vorrebbe correre a porte chiuse, ma in questo momento è un modo per ritornare in pista nel più breve tempo possibile. Sono in contatto con tutti i piloti e tutti accettano questa situazione”.

Imola potrebbe avere un Gran Premio a settembre

Si è parlato più volte in questi mesi di un possibile ritorno di un Gran Premio a Imola. Il tracciato vorrebbe infatti sfruttare la situazione per riportare il Circus nello storico tracciato imolese. Le possibilità sembrano ora più vicine ad un’effettiva realizzazione visto che il quotidiano locale Sabato Sera ha riportato qualche giorno fa un articolo intitolato “Mai così vicini alla F1, Imola torna a sognare”. Il pezzo è incentrato sul rapporto costante che ha legato in questi mesi Imola con Liberty Media e di una possibile data fissata per il prossimo 13 settembre. Si tratterebbe di una collocazione successiva all’evento brianzolo e se pensiamo che qualche mese fa Angelo Sticchi Damiani aveva aperto ad una possibilità di correre tra Monza ed Imola, potrebbero esserci ottimi spiragli per il tracciato imolese dove si corse per l’ultima volta nel 2006.

GP Imola

Si chiarisce poi che le voci che riguarderebbero un tracciato inadeguato soprattutto per le strutture di paddock e box sarebbero infondate visto che proprio nel 2006 erano state condotte modifiche sulla base di rapporti provenienti da Bernie Ecclestone e dal suo fidato progettista Hermann TIlke.

Bozza del calendario europeo di Formula 1 2020

5 Luglio, Austria
12 Luglio, Austria
19 Luglio, Ungheria
2 Agosto, Silverstone
9 Agosto, Silverstone
16 Agosto, Barcellona
30 Agosto, Spa
6 Settembre, Monza