in

Toto Wolff non comprende la tempistica dell’annuncio sulla separazione tra Vettel e la Ferrari

Toto Wolff non riesce a capire perché la Ferrari abbia confermato l’abbandono di Sebastian Vettel quando resta ancora un’intera stagione da dividere insieme

Vettel e Wolff

Già la scorsa settimana la Ferrari ha annunciato che Sebastian Vettel non farà più parte della Scuderia già a partire dalla fine di questa stagione. Nelle sue successioni dichiarazioni, il tedesco ha affermato che lui e la Ferrari si erano resi conto che non avevano più un “desiderio comune” di lavorare insieme oltre il 2020. Tuttavia è noto che le due parti continueranno a dividere box e abitacoli per tutta la stagione che dovrebbe iniziare a luglio in Austria.

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha poi spiegato che “non vi era alcun motivo specifico che abbia portato a questa decisione, a parte la convinzione comune e amichevole che era giunto il momento di percorrere strade separate per raggiungere i nostri rispettivi obiettivi”. Ma solamente due giorni dopo, anticipata da notizie sfuggite già ore prima, la Ferrari annunciava Carlos Sainz Jr come successore di Sebastian con la McLaren (che inizialmente era stata indicata come possibile casa futura di Vettel) che annunciava Daniel Ricciardo al posto di Sainz che dal 2021 si ritroverà a Maranello. Sono quindi ben tre i team che dovranno lavorare con piloti che non saranno nel medesimo team il prossimo anno.

Wolff non comprende le tempistiche

Agli austriaci di Kronen Zeitung Toto Wolff ha infatti parlato delle strane tempistiche che hanno portato all’ufficiale separazione tra Sebastian Vettel e la Ferrari: “Devi lavorare con un pilota per un altro anno che potrebbe persino utilizzare tutte le tue innovazioni contro di te nella stagione successiva”. Con la chiusura delle varie trattative messa in pratica la scorsa settimana, Vettel non avrà un’occupazione certa per il prossimo anno a meno di una ipotesi Renault difficilmente valutabile dal campione tedesco. Sebbene pare che quel posto sia molto vicino alle mire di un rientrante Fernando Alonso.

Ma piuttosto che le voci che collegano il tedesco al sedile Renault, sono emerse speculazioni sul fatto che Vettel potesse dirigersi alla Mercedes per collaborare con Lewis Hamilton. Wolff tuttavia lo ha già negato, affermando che la sua priorità sono attualmente piloti provenienti dal vivaio Mercedes, a cominciare dal pupillo George Russell: è lui il papabile sostituto di Valtteri Bottas piazzandosi quindi accanto a Lewis Hamilton.

A Toto Wolff è stato chiesto se “Vettel avrà un futuro in Mercedes” ma la risposta è apparsa subito netta: “la nostra priorità è Lewis Hamilton, che è un’istituzione, e Valtteri Bottas”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento