in

Ferrari: la prima elettrica sarà pioniere di una nuova tecnologia

La casa automobilistica modenese non vuole portare sul mercato un EV solo per il gusto di farlo

La prima supercar Ferrari completamente elettrica, che dovrebbe arrivare dopo il 2025, utilizzerà una nuova tecnologia che gli consentirà di essere all’altezza del nome, ha affermato il responsabile commerciale Enrico Galliera.

Al momento, purtroppo, la casa automobilistica modenese non ha ancora confermato alcun piano di lancio per il suo primo veicolo a zero emissioni, anche se i brevetti trapelati all’inizio di quest’anno suggeriscono che sta lavorando su una due posti a quattro ruote motrici con un motore montato su ciascuna ruota.

Ferrari nuovo brevetto auto elettrica
Ferrari, il brevetto per l’auto elettrica

Ferrari: la prima elettrica di Maranello sarà molto speciale

In ogni caso, Galliera ha escluso l’arrivo di una Ferrari elettrica prima di almeno cinque anni e inoltre ha affermato che questo piano non verrà anticipato in seguito all’arrivo di nuovi super EV di lusso come quello di Pininfarina.

Ci sono alcuni concorrenti che entrano nel mercato con nuove tecnologie. Questo sarà un problema per la Ferrari? Penso di no per via degli specifici obiettivi che ha Ferrari. Ciò susciterà interesse in quel mercato per Ferrari? No. Crediamo fermamente che la tecnologia della batteria non sia ancora sufficientemente sviluppata per soddisfare le esigenze di una supercar. Nei prossimi cinque anni, non crediamo che la tecnologia sarà in grado di soddisfare le esigenze di una Ferrari“, ha detto il responsabile commerciale e marketing del cavallino rampante ad Autocar.

Ferrari SF90 Stradale
Ferrari SF90 Stradale, la prima vera ibrida plug-in di Maranello

Quando gli è stato chiesto se la società sarebbe stata in grado di continuare ad operare nel Regno Unito se il blocco delle vendite previsto per le auto non elettriche fosse introdotto nel 2032, Enrico Galliera ha risposto: “Rispetteremo tutte le normative che entreranno in vigore per competere in un mercato e non crediamo che tali regolamenti ci costringeranno a creare dei piani speciali“.

Il responsabile di Maranello non ha escluso una Ferrari EV ma ha affermato che le tempistiche dipendono molto dagli sviluppi tecnici. Non appena verrà sviluppata la tecnologia elettrica, il produttore sarà in grado di progettare un’auto che si adatti alla loro posizione. La chiave principale è la tecnologia, spiega Enrico Galliera, perché l’azienda non vuole costruire una Ferrari elettrica solo per il gusto di farlo.

Ferrari SF90 Stradale - Presentazione Rossa

La casa modenese vuole portare qualcosa di nuovo sul mercato

Se introduciamo nuove tecnologie, allora dobbiamo introdurre sul mercato qualcosa di nuovo. È così che la Ferrari ha sempre lavorato con le nuove tecnologie. L’evoluzione della nuova tecnologia è al 100% nel DNA di Ferrari“, ha spiegato il dirigente.

Galliera ha aggiunto che la nuova ibrida plug-in Ferrari SF90 Stradale ha dimostrato che gli acquirenti Ferrari sono aperti alla tecnologia elettrificata. “Abbiamo clienti che adorano utilizzare la modalità EV al mattino presto per uscire di casa in silenzio e poi usare il motore per ascoltare il suono di una Ferrari su strada“, ha dichiarato Enrico Galliera.

Il rombo del motore è una delle caratteristiche che contraddistinguono le vetture Ferrari. Alla domanda su come la società gestirà questo su un veicolo elettrico, Galliera ha risposto: “Questa è una domanda molto interessante. Ci stiamo lavorando molto ma non dirò se abbiamo trovato già la soluzione o no. Ma quando arriverà il momento per Ferrari, avrà una risposta e ti prometto che sarà una risposta elegante“.