in

Sticchi Damiani tranquillizza su un possibile annullamento del GP di Monza

Angelo Sticchi Damiani ha allontanato la falsa notizia, avanzata dal quotidiano Bild, su un possibile annullamento del Gran Premio di Monza

Angelo Sticchi Damiani - 1

Proprio ieri mattina il quotidiano tedesco Bild, aveva annunciato una possibile defezione all’interno del prossimo calendario di Formula 1 riguardante il nostro Gran Premio di Italia che si disputa nello splendido scenario dell’Autodromo di Monza. Quindi la risposta del Presidente di ACI, Angelo Sticchi Damiani, è arrivata forte e preponderante configurando una secca smentita all’interno di un intervento rilasciato all’ANSA. Falso allarme quindi, visto che il Gran Premio si svolgerà (presumibilmente con regolarità) a settembre prossimo. Sebbene appare ormai evidente che non si potrà fare a meno di tenere le porte chiuse.

Il piano delle ripartenze annunciato da Chase Carey aveva infatti aperto la strada alle speculazioni visto che si parlava, in quel momento, soltanto dei mesi di luglio e agosto. Dichiarazioni che facevano temere il peggio per il Gran Premio di Monza in programma durante la prima domenica del mese di settembre. Producendo un’onda facilmente cavalcabile dal quotidiano tedesco.

Le parole di Angelo Sticchi Damiani

Come anticipato, la secca smentita è stata affidata alle parole di Angelo Sticchi Damiani durante un intervento per l’ANSA: “si tratta di una notizia inesistente. Ne escludo qualsiasi fondatezza. Stiamo trattando ogni giorno con Liberty Media e posso dirvi che molto probabilmente il Gran Premio di Monza si farà a porte chiuse. Sappiamo che il campionato comincerà in Austria il prossimo 3 di luglio e continuerà in Europa raggiungendo anche Monza. In questo momento stiamo solo trattando per realizzare un Gran Premio a porte chiuse. Non so bene da dove abbiano tirato fuori questa notizia. Per noi sarà un sacrificio visto che logicamente non abbiamo interessi a organizzare un Gran Premio senza pubblico. Cerchiamo la quadra del cerchio, mancheranno di certo parecchie entrate provenienti proprio dai proventi del pubblico. Il problema sicuramente c’è” ha aggiunto Sticchi Damiani.

Allo stesso tempo, a Sky Sport 24, il presidente di ACI ha bollato la notizia come una vera e propria “fake news” aggiungendo anche che “non sappiamo cosa succederà all’inizio di settembre. Di certo ci auguriamo che l’emergenza possa essere terminata, confidiamo in un miracolo”. A tal proposito, proprio negli scorsi giorni, sempre Angelo Sticchi Damiani, aveva parlato a La Gazzetta dello Sport sperando che “Sant’Ambrogio ci faccia la grazia”.

Un Gran Premio che si è svolto sempre

In Formula 1 sanno che non possono perdersi un Gran Premio di grande importanza e rilevanza come quello di Monza. Un evento che si svolge dal 1950, agli albori della Formula 1. Il Gran Premio è anche un vero e proprio crocevia della stagione visto che si trova da sempre a metà tra la prima e la seconda parte del campionato. Non per ultimo, possiede forse il più impressionante tifo di tutta la stagione di Formula 1.

C’è poi l’ipotesi che potrebbe introdurre due Gran Premio all’interno dello stesso tracciato. Una possibilità già avanzata da diversi organizzatori ma che da Angelo Sticchi Damiani è stata messa da parte nei confronti di Monza: “i circuiti hanno un senso di marcia. Le barriere sono disposte nel modo giusto, i cordoli e tutte le strutture dell’autodromo stesso. Non si può pensare di realizzare lavori impegnativi, costosi e praticamente inutili” ha aggiunto il presidente di ACI.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento