in ,

Alfa Romeo Stelvio: vendite del primo trimestre 2020 negli USA a confronto i SUV rivali

Lo Stelvio chiude il trimestre con vendite in calo del -13.5%

Dopo aver visto il confronto tra le vendite dell’Alfa Romeo Giulia e le rivali negli USA, è tempo di dare un’occhiata anche alle vendite dell’Alfa Romeo Stelvio e delle rivali sul mercato a stelle e strisce al termine del primo trimestre del 2020. La premessa che facciamo è la stessa di quella già fatta per la Giulia. Il mercato americano delle quattro ruote ha registrato un forte rallentamento nella seconda metà del mese di marzo che ha condizionato i risultati di tutto il trimestre.

A causa della pandemia di Coronavirus, i dati del secondo trimestre (aprile – giugno) non saranno in alcun modo indicativi per analizzare l’andamento delle vendite sul mercato americano dello Stelvio e dei modelli rivali. Sarà necessario attendere un ritorno alla normalità (anche solo parziale) per poter avere dati più chiari sulle richieste del SUV italiano.

Alfa Romeo Stelvio: vendite a confronto con i rivali negli USA

Il primo trimestre del 2020 per l’Alfa Romeo Stelvio si è chiuso con un totale di 1,912 unità vendute negli USA con un calo del -13.5% rispetto alle 2,210 unità vendute registrate nel corso dello stesso periodo dello scorso anno. Per il SUV della casa italiana, i dati raccolti nei primi mesi del 2020 sul mercato nordamericano seguono un andamento molto simile a quello evidenziato dalla Giulia.

Lo Stelvio, infatti, registra ancora volumi di vendita complessivi decisamente inferiori rispetto ai principali SUV rivali ma registra un calo percentuale che, nella maggior parte dei casi, risulta essere decisamente meno marcato rispetto a quanto fatto registrare dagli altri modelli considerati da questo confronto.

A guidare il segmento dello Stelvio negli USA è il Mercedes GLC che raggiunge un totale di 13.098 unità vendute facendo registrare un calo del -14.8% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno. Dopo il SUV tedesco troviamo il Lexus NX che si ferma a 11.309 unità vendute, con un calo del -17.9% nel confronto con i dati raccolti nel primo trimestre del 2019.

Dati negativi anche per il BMW X3  che si ferma a 10,614 unità vendute, facendo registrare un calo delle vendite del -26.6% rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Calo ancora più marcato per l’Audi Q5 che chiude il trimestre con appena 9,960 unità distribuite sul mercato nordamericano, registrando un calo percentuale del -34.6%. 

Vendite in calo anche per il Volvo XC60 che chiude il trimestre con un totale di 5,569 unità vendute ed un calo percentuale del -16.1% rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. In crescita, invece, le vendite dell’InfinitiQX50 che chiude il trimestre con 4,169 unità vendute ed un buon +16.4% rispetto all’anno passato.

Dati negativi anche per il Range Rover Velar che chiude il trimestre con un totale di 3.617 unità vendute e con un calo del -26%. Vendite in calo per il Porsche Macan che si ferma a 3.777, registrando una riduzione del -11% rispetto allo scorso anno. Da notare la crescita delle vendite del BMW X4. Il SUV Coupé bavarese raggiunge un totale di 1,788 unità vendute con un miglioramento del +24% rispetto ai dati dello scorso anno.

Quasi tutti i SUV del segmento dello Stelvio sono in calo nel primo trimestre del 2020 negli USA per effetto, soprattutto, dei dati del mese di marzo (la maggior parte delle case costruttrici, tra cui FCA, non rilascia dati mensili per gli USA ma solo trimestrali e non è quindi possibile separare i dati dei primi due mesi da quello del terzo mese).

Ricordiamo che ad inizio 2020 ha fatto il suo debutto sul mercato USA il nuovo Alfa Romeo Stelvio MY 2020, lo stesso aggiornamento arrivato anche in Italia. La nuova versione del SUV potrebbe aver avuto un buon impatto sulle vendite nei primi due mesi dell’anno ma il risultato del trimestre è comunque negativo così come lo sarà il secondo trimestre del 2020.

Una ripresa potrebbe avvenire soltanto nel corso della seconda metà del 2020. Di certo, per Alfa Romeo diventa fondamentale il 2021. Il prossimo anno, infatti, debutteranno i restyling di Giulia e Stelvio (con le nuove motorizzazioni mild hybrid) e arriverà oltreoceano anche l’Alfa Romeo Tonale, il C-SUV a cui sarà affidato il compito di dare una spinta sostanziale alle vendite anche grazie all’attesa variante Hybrid.

In attesa del 2021, staremo a vedere come reagirà alla crisi il mercato americano nel corso del 2020 e come andranno le vendite di Alfa Romeo nei prossimi mesi. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.