in

Maserati Boomerang: l’esclusiva one-off con design a forma di cuneo

Una delle concept car più particolari costruite dalla casa automobilistica modenese

Maserati Boomerang

Nell’ampio portfolio di Maserati ci sono tantissime vetture molto interessanti, fra cui alcune one-off esclusive. Una di queste è la Maserati Boomerang. Si tratta di una concept car costruita dalla casa automobilistica modenese nel 1972 e disegnata dal famoso designer Giorgetto Giugiaro.

L’auto venne esposta per la prima volta durante il Salone di Torino del ‘71 sotto forma di maquette mentre il veicolo pienamente funzionante fece la sua apparizione durante il Salone di Ginevra dell’anno successivo.

Maserati Boomerang
Maserati Boomerang interni

Maserati Boomerang: la concept car disegnata dal mitico Giorgetto Giugiaro

Il design utilizzato sulla Maserati Boomerang influenzò parecchio i successivi progetti di Giugiaro. Ad esempio, le linee tese e il design a forma di cuneo offerti dalla one-off del Tridente possiamo vederle nelle Maserati Merak, Lotus Esprit e DeLorean DMC-12.

Sotto il cofano della Boomerang venne implementato un motore a otto cilindri da 4.7 litri (4719 cm³) capace di sviluppare una potenza di 310 CV. Il propulsore vanta un doppio albero a camme in testa ed è abbinato a un cambio manuale a 5 rapporti.

Maserati Boomerang

Con la trazione posteriore, la concept car è capace di raggiungere una velocità massima di 300 km/h. Una delle caratteristiche più particolari presenti su questa vettura è la strumentazione del cruscotto integrata nel volante tramite un unico pannello posto al centro del volante con tutti i vari comandi da poter utilizzare.

Anche se la Maserati Boomerang venne registrata come auto stradale, fu sempre impiegata per le esposizioni. Dopo averla mostrata al Salone di Barcellona nel ‘74, la casa automobilistica modenese vendette il veicolo a un privato.

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento