in

Furti auto: nel 2019 si è registrato un numero inferiore rispetto al 2018

Su 95.403 auto rubate, sono state ritrovate 34.198

Furti auto noleggio 2018

Un’interessante ricerca pubblicata nelle scorse ore da Viasat Group (che si occupa di sviluppare sistemi di sicurezza satellitare) afferma che sono state rubate 95.403 auto in tutto il 2019. Parliamo di 8000 al mese, 265 al giorno e 11 ogni ora.

Tuttavia, parliamo di un calo rispetto a quanto registrato nel 2018, ossia 105.000 vetture rubate. I dati più preoccupanti arrivano dal Centro e dal Sud. Nella tabella condivisa da Viasat Group è possibile vedere che Campania, Lazio, Puglia e Sicilia sono le regioni in cui sono avvenuti maggiormente i furti. Parliamo rispettivamente di 23.554, 17.021, 16.389 e 13.178.

Furti auto 2019 Viasat Group
Furti auto, ecco la tabella fornita da Viasat Group che riguarda il 2019

Furti auto: oltre 95.000 veicoli rubati in Italia solo nel 2019

La regione più colpita del Nord, invece, è la Lombardia dove sono state rubate 10.013 auto nel 2019. Anche se la Campania si è piazzata al primo posto come la regione con il maggior furti registrati lo scorso anno, è anche quella con il pià alto numero di ritrovamenti, esattamente 7746. Al secondo posto abbiamo la Puglia con 5609 mentre al terzo la Sicilia con 5173.

Le categorie di auto più apprezzate dai ladri sono quelle piccole e medie. Solitamente, il malintenzionato ruba la vettura per utilizzarla successivamente per commettere reati come rapine o furti oppure per rivendere i pezzi di ricambio sul mercato nero. I modelli più costosi, invece, vengono rivenduti all’estero, principalmente in Serbia, Albania, Slovenia ed Estremo Oriente.

Furti auto noleggio 2018

Domenico Petrone, presidente di Viasat Group, ha spiegato che i ladri utilizzano molto la tecnologia perché sono in grado di far sparire la vettura il solo mezzo minuto. Spesso i malfattori usano dei jammer, ossia dei dispositivi in grado di disturbare il segnale GSM e GPS per impedire al sistema antifurto di funzionare.

Petrone spiega che le auto a prova di ladro al momento non esistono ma l’utilizzo di uno o più antifurti permette di ridurre al minimo questi avvenimenti. Se ciò non bastasse, tali dispositivi consentono di ritrovare l’auto rubata entro 28 minuti grazie all’attività della centrale operativa operante 24 ore su 24 e alle forze dell’ordine.

Bisogna anche considerare il cosiddetto “cavallo di ritorno“, molto diffuso al Sud. In sostanza, il ladro ruba l’auto, contatta il proprietario e chiede un riscatto per poter riacquisire il veicolo. Per via di questo fenomeno, i prezzi delle assicurazioni furto e incendio sono parecchio alti, soprattutto a Palermo, Caserta, Napoli e Foggia. Più alto è il rischio di furto è più bisogna pagare per ottenere questa garanzia.