in

Arrivabene: l’ex numero uno della Ferrari guida le ambulanze per combattere il coronavirus

L’ex numero uno della Ferrari Maurizio Arrivabene è volontario per il servizio di ambulanza italiano

Arrivabene
Maurizio Arrivabene

Se c’è un aspetto positivo nella crisi del coronavirus, è che mostra il lato più premuroso delle persone a porre fine a questa pandemia il prima possibile. Oltre a quanto il mondo della Formula 1 sta aiutando nella produzione di respiratori e donazioni, un ex personaggio di paddock si è unito alla lotta come pilota volontario di ambulanza, questo è Maurizio Arrivabene.

Arrivabene è stato l’uomo che ha guidato la Ferrari tra il 2014 e il 2019 e il predecessore di Mattia Binotto. Ora, il membro del consiglio di amministrazione della Juventus a Torino ha messo in evidenza il suo lato più favorevole a causa della crisi del coronavirus e, come Mario Isola, è volontario per il servizio di ambulanza italiano, secondo il giornalista Leo Turrini.

Fedele al suo stile scontroso ma con un grande cuore, Arrivabene non lo ha detto a nessuno, ma da quando è scoppiata la tempesta, ha iniziato a guidare l’ambulanza e trasportare i malati nelle cliniche. In breve, è diventato un pilota! “, scrive Turrini sul quotidiano italiano Il Resto del Carlino. L’Italia è uno dei paesi più colpiti dalla pandemia, con oltre 180.000 infetti e 24.000 morti. Pertanto, Arrivabene in questi giorni aiuta a trasportare i pazienti con coronavirus più gravi nelle cliniche.

Ti potrebbe interessare: Daniele Audetto non è sorpreso dell’addio di Maurizio Arrivabene alla Ferrari

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento