in

Fiat Chrysler: a Kragujevac la produzione verrà riavviata il 5 maggio?

È possibile che la produzione nello stabilimento di Fiat Chrysler a Kragujevac venga riavviata il 5 maggio

Fiat Chrysler Kragujevac

La direzione di Fiat Chrysler Automobiles Serbia ha chiesto l’approvazione del governo serbo per altri 40, con i 45 giorni di ferie retribuite già stipulate per i dipendenti dello stabilimento di Kragujevac, che sono a casa a causa dell’epidemia di Covid-19 dalla metà del mese scorso. Lo scorso anno FCA Serbia, a causa di un calo delle vendite della Fiat, ha ricevuto l’approvazione da parte del governo per ulteriori 87 giorni di ferie pagate, che viene pagato il 65% del salario medio.

Il riavvio della produzione a Kragujevac dipende non solo dall’epidemia in Serbia, ma anche in Italia, e anche in altri paesi, in particolare Spagna e Francia, i principali mercati per la 500L. È possibile che la produzione di Kragujevac venga riavviata il 5 maggio, ma secondo il sindacato, è più certo che ciò avvenga solo a metà del prossimo mese. D’altra parte, Revoz, una fabbrica Renault a Novo Mesto, prevede di avviare la produzione, che è stata chiusa il 17 marzo, già dal 21 aprile, ma questo non è del tutto certo.

Revoz impiega anche lavoratori dalla Croazia e dalla Bosnia-Erzegovina che, al loro arrivo in Slovenia, devono essere messi in quarantena, quindi si tenta di trovare una soluzione adeguata con le autorità competenti. Un’altra sfida è quella di portare i lavoratori in fabbrica con dei bus, cosa che al momento non è possibile a causa della limitazione dei movimenti, e il parcheggio della fabbrica non consente di ospitare più auto. Revoz dipende anche dalla fornitura di parti di altre fabbriche Renault, quelle in Spagna e Turchia.

Ti potrebbe interessare: Kragujevac: Fiat estende nuovamente il congedo retribuito ai lavoratori

Looks like you have blocked notifications!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento