in

Alfa Romeo Tonale Veloce: futuro ibrido e sportivo per il C-SUV

La variante più potente del Tonale potrebbe avere 330 CV ed un sistema mild hybrid

Alfa Romeo Tonale

La crisi che stiamo vivendo quasi ci obbliga a guardare al futuro con la massima speranza possibile. Il futuro del marchio Alfa Romeo è pieno di incertezze con pochi progetti in arrivo e buona parte degli investimenti legati, molto probabilmente, al esito positivo della fusione tra FCA e PSA che potrebbe registrare dei rallentamenti significativi a causa dell’emergenza sanitaria e della diffusione del Coronavirus..

Probabilmente l’unico punto fermo del futuro di Alfa Romeo è il nuovo Alfa Romeo Tonale, progetto confermato a più riprese da FCA che ha ribadito che l’emergenza sanitaria non porterà cancellazioni (ma forse qualche ritardo) per quanto riguarda i nuovi modelli previsti dal “Piano Italia”, il piano industriale del gruppo per gli stabilimenti italiani.

L’Alfa Romeo Tonale sarà prodotto nello stabilimento di Pomigliano d’Arco dove, come confermato da FCA lo scorso mese di febbraio, sono già iniziati i lavori di pre-produzione. Prima della crisi, l’obiettivo dell’azienda era avviare la produzione di serie del C-SUV nel corso del secondo semestre del 2021, con diversi mesi di ritardo rispetto a quanto dichiarato lo scorso anno.

In attesa di maggiori dettagli sulle tempistiche del debutto del nuovo Alfa Romeo Tonale, si continua a parlare della gamma del nuovo C-SUV del marchio italiano. Come abbiamo già riportato un paio di settimane fa, il nuovo modello della casa italiana non sarà realizzato in versione Quadrifoglio e, naturalmente, in versione GTA (solo la Giulia potrà contare su di una variante GTA come confermato ufficialmente dalla casa italiana).

La gamma del nuovo Alfa Romeo Tonale potrà contare su due varianti “top”, il Tonale Hybrid, modello che dovrebbe utilizzare lo stesso sistema plug-in hybrid della nuova Compass 4xe i cui ordini sono stati aperti pochi giorni fa da Jeep, ed il Tonale Veloce, la variante dedicata a chi cerca il massimo della sportività in un modello Alfa Romeo.

Tonale Veloce: la variante sportiva avrà 330 CV?

E’ proprio la variante Veloce che, in questi giorni, fa parlare di sé in rete con nuove conferme in merito alle possibili caratteristiche del progetto. Come già emerso nelle scorse settimane, è sempre più probabile che il nuovo Tonale Veloce possa contare su di un motore 2.0 turbo benzina con sistema mild hybrid a 48V. 

Questo propulsore, destinato a diventare il punto di riferimento della gamma del Tonale per chi cercherà il massimo della sportività dal C-SUV, dovrebbe essere in grado di erogare una potenza massima di 330 CV ponendo la variante sportiva del Tonale ben al di sopra (in termini di potenza complessiva) rispetto alle varianti sportive della Giulietta, oramai prossima all’uscita definitiva dal mercato.

La Giulietta Veloce, prima dell’aggiornamento dello scorso anno che ha riportato in listino il 2.0 turbo diesel da 170 CV, poteva contare sul quattro cilindri turbo benzina 1.75 litri da 240 CV. Questa versione della Giulietta Veloce è ancora commercializzata da Alfa Romeo in alcuni mercati internazionali (di recente è stato annunciato il debutto di una nuova Giulietta Veloce con il 240 CV turbo benzina in Messico).

E’ chiaro che Alfa Romeo non ha ancora rilasciato alcuna conferma in merito alle caratteristiche tecniche dell’Alfa Romeo Tonale. Il C-SUV, in ogni caso, dovrebbe aver già raggiunto una fase avanzata del suo sviluppo e la variante “sportiva” non potrà di certo mancare all’interno della gamma.

Il Tonale Veloce descritto dalle ultime indiscrezioni, che non fanno altro che confermare rumors già emersi nei mesi scorsi, potrebbe davvero rappresentare un buon biglietto da visita per il C-SUV dal cui successo commerciale (in Europa ma anche in Nord America) dipenderà buona parte del futuro del marchio italiano.

Potenziamento in arrivo per Giulia e Stelvio Veloce? 

Un Tonale Veloce da 330 CV potrebbe comportare l’arrivo di un atteso potenziamento della gamma Veloce di Alfa Romeo. Attualmente, infatti, Giulia e Stelvio devono “accontentarsi” del 2.0 turbo benzina da 280 CV come motorizzazioni più potente in gamma (escludendo il V6 delle Quadrifoglio e della Giulia GTA).

I due modelli di segmento D della casa italiana hanno tutte le carte in regola per “gestire” una variante Veloce con qualche decina di CV in più e già da tempo si parla di un 2.0 turbo benzina da oltre 300 CV (nei mesi  scorsi si è parlato di una variante da 350 CV). L’upgrade della gamma Veloce potrebbe rappresentare un punto molto importante del restyling di metà carriera che Giulia e Stelvio riceveranno nel corso del 2021.

L’aggiornamento in arrivo per i due modelli di Alfa Romeo andrà ad introdurre le motorizzazioni mild hybrid (a differenza del Tonale, Giulia e Stelvio non avranno varianti plug-in) e novità significative anche alla carrozzeria esterna ed alla dotazione mentre gli interni potranno beneficiare di tutte le novità introdotte dal Model Year 2020.

Per ora non ci resta che attendere ulteriori informazioni sul nuovo Alfa Romeo Tonale e sulla sua variante Veloce oltre che, naturalmente, sul possibile potenzialmente della gamma Veloce di Giulia e Stelvio. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.

Sembra che le notifiche siano off!