in

Fiat Chrysler e GM: sconti, promozioni e vendite online per risollevare le sorti

Con la chiusura degli showroom a causa della pandemia di coronavirus, Fiat Chrysler e General Motors si sono attivate per riavviare la domanda con prestiti, promozioni e online

General Motors e Fiat Chrysler
General Motors e Fiat Chrysler

Con la chiusura degli showroom a causa della pandemia di coronavirus, Fiat Chrysler e General Motors si sono attivate per riavviare la domanda con prestiti e programmi di sette anni, senza interessi, che consentono ai clienti di acquistare veicoli online. Il nuovo programma di marketing “Drive Forward” di Fiat Chrysler Automobiles consiste in strumenti di shopping online che per la prima volta consentiranno ai consumatori statunitensi di completare l’acquisto di un veicolo attraverso un concessionario FCA senza mettere piede in una concessionaria, così come ha dichiarato un portavoce della società.

Il passaggio alle vendite online e alla consegna a domicilio interrompe una lunga tradizione di case automobilistiche nel settore automobilistico americano che consente ai rivenditori in franchising di controllare le vendite ai clienti. I rivenditori hanno combattuto duramente contro tutti coloro che come Tesla hanno cercato di vendere veicoli direttamente ai clienti attraverso il suo sito Web. Le promozioni di GM e Fiat Chrysler di prestiti estesi e senza interessi – resi meno costosi dagli ultimi tagli dei tassi di interesse della Federal Reserve – fanno eco alla spinta “Keep America Rolling” delle vendite rilasciata da GM per lanciare un mercato al consumo paralizzato dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001.

Ma la pandemia ha portato la vendita al dettaglio di auto nell’era digitale, con le concessionarie chiuse in tutto il paese e le vendite che probabilmente dovranno affrontare un ulteriore crollo in aprile, poiché le linee guida sul distanziamento sociale sono sempre più stringenti in USA. Le azioni FCA sono scese del 4,9% a $ 6,84 nelle negoziazioni pomeridiane a New York dopo che la società ha registrato un calo del 10% nelle vendite di auto negli Stati Uniti nel primo trimestre, poiché la pandemia ha danneggiato la domanda e ha interrotto la produzione da metà marzo.

General Motors ha registrato un calo delle vendite nel primo trimestre del 7% a causa delle forti diminuzioni di marzo e ha dichiarato che i clienti possono utilizzare l’attuale “Shop.Click.Drive”. programma per trovare, acquistare e organizzare la consegna a domicilio di un’automobile. Una portavoce di GM ha dichiarato a proposito dei marchi Chevrolet, Buick, GMC e Cadillac che la casa automobilistica ha osservato due o quattro volte maggiori visite al sito online e lead di vendita rispetto ai tempi precedenti il ​​coronavirus.