in

La nuova era della F1 potrebbe essere ritardata al 2023

Christian Horner avverte che la nuova era della Formula 1 potrebbe essere ritardata di un altro anno per entrare in vigore nel 2023

Formula 1

Christian Horner, capo squadra della Red Bull, avverte che la nuova era della Formula 1 potrebbe essere ritardata di un altro anno per entrare in vigore nel 2023. Gli inglesi credono che per ridurre i costi sia necessario congelare lo sviluppo delle auto attuali. Horner ha spiegato che non ha senso sostenere tutti i costi di sviluppo delle nuove auto entro il 2022. I team non saranno in grado di lavorare su queste auto rivoluzionarie fino al prossimo anno, una stagione in cui sarà utilizzato lo stesso telaio del 2020.

I team stanno già considerando questa possibilità con la FIA. Secondo il caposquadra della Red Bull, esiste un principio di accordo che richiede il via libera della Federazione per andare avanti. “Stiamo anche negoziando se ritardare il nuovo regolamento di un altro anno, perché secondo me sarebbe totalmente irresponsabile dover sostenere tutti i costi di sviluppo nel 2021”, ha dichiarato al portale britannico BBC Sport.

“Sembra che ci sia un ragionevole accordo che deve essere ratificato dalla FIA per far sì che quei costi di sviluppo vadano nel 2022 e che le nuove normative entrino in vigore nel 2023 ” , ha aggiunto. Per Horner, la migliore soluzione che la FIA può adottare per la Formula 1 è bloccare lo sviluppo delle auto. In questo modo si risparmiano molti costi e si può promuovere uno spettacolo migliore in pista.

“La cosa fondamentale e più importante è rimuovere la necessità di spese per essere competitivi. Abbiamo bisogno di stabilità. Quindi dobbiamo congelare lo sviluppo di alcune parti dell’auto”, ha detto. “La monoscocca è già stata approvata. Ora stiamo esaminando le sospensioni, le gomme e tutto ciò che è associato come elementi interni del cambio. Probabilmente il 60% dello sviluppo della vettura si bloccherà durante quest’anno e il prossimo, senza contare l’aerodinamica” .

Entro il 2021 in Formula 1 entrerà in vigore un massimale di bilancio provvisorio di 154 milioni di euro per lo sviluppo delle auto. Tuttavia, alcune voci suggeriscono che la FIA potrebbe abbassare questo limite nel prossimo futuro. Horner pensa che il tetto non sia una misura utile e rivoluzionaria che corrisponderà all’intera griglia. Ribadisce che è molto meglio congelare più della metà delle aree di sviluppo delle auto attuali.

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento