in

UAW conferma la morte di due dipendenti di Fiat Chrysler in USA per Covid-19

UAW conferma la morte di due dipendenti di Fiat Chrysler in USA a causa del coronavirus

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Gli United Auto Workers affermano che due dei loro membri sono morti di coronavirus. La notizia della morte dei lavoratori è arrivata in una lettera del presidente del sindacato Rory Gamble. Si trattava di due operai che lavoravano negli stabilimenti Fiat Chrysler a Sterling Heights e Kokomo, Indiana. Non è chiaro esattamente il giorno in cui questi due lavoratori di FCA sarebbero morti. Il portavoce della UAW ha dichiarato di non avere alcuna informazione sulle persone e non era in grado di confermare se fossero gli stessi due lavoratori che erano già noti per essere risultati positivi all’inizio di questo mese presso lo stabilimento di assemblaggio Sterling Heights e l’impianto di trasmissione di Kokomo.

Una portavoce della FCA, citando motivi di privacy, non ha voluto condividere alcuna informazione. Fiat Chrysler ha chiuso tutti i suoi impianti di assemblaggio nordamericani la scorsa settimana almeno fino a fine del mese. Poco prima di farlo, ha brevemente chiuso l’impianto di Sterling Heights dopo che un lavoratore dipendente ha scoperto di aver contratto il virus. I rapporti su un lavoratore di Kokomo Transmission che era risultato positivo ai test per il coronavirus sono emersi il 12 marzo.

I decessi portano il numero di dipendenti FCA noti per essere deceduti dopo aver contratto il virus a tre. La casa automobilistica di domenica ha dichiarato di rimandare i lavori associati ai laboratori di prova e agli impianti pilota presso la sede di Auburn Hills. La mossa è seguita ai rapporti sui giornali di Detroit secondo cui un addetto all’assistenza tecnica è morto dopo essere risultato positivo.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler: muore il primo dipendente in USA a causa del coronavirus

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento