in

Binotto: “In Ferrari adesso c’è più armonia tra Vettel e Leclerc”

Binotto conferma che tra Vettel e Leclerc adesso c’è più armonia e in Ferrari non si verificheranno più situazioni come quelle del 2019

Vettel e Leclerc

Uno dei momenti salienti del campionato del mondo di Formula 1 della scorsa stagione è stata la faida tra i piloti Ferrari – Sebastian Vettel che rappresenta la vecchia guardia e Charles Leclerc che invece è stata la grande novità per la Ferrari nel 2019. I grandi exploit del giovane pilota monegasco che a fine anno ha superato in classifica l’esperto compagno hanno sorpreso tutti e anche lo stesso Vettel. Ciò ha però causato una stagione di confusione tra la coppia, culminato nel loro imbarazzante scontro durante il Gran Premio del Brasile, la penultima corsa del calendario, che si è conclusa con il loro ritiro.

Il capo del team Ferrari Mattia Binotto dice di aver fatto tesoro di quanto avvenuto l’anno scorso e ha detto a F1.com che crede che le regole di ingaggio saranno rispettate in futuro grazie alle esperienze del 2019, “Ciò che è accaduto l’anno scorso è stato importante per entrambi. Abbiamo discusso e abbiamo chiarito cosa mi aspetto. L’interesse del team è la massima priorità e il campionato dei costruttori è un elemento chiave. Sono liberi di correre, ma ciò non significa che non possiamo ancora applicare gli ordini di squadra nell’interesse della squadra. Ma se la squadra sta andando bene, i piloti ne trarranno vantaggio.

“Sono due ragazzi intelligenti, si stanno conoscendo meglio. Quello che è successo l’anno scorso, non solo in Brasile, ma anche in Russia quando abbiamo cercato di gestire gli ordini delle squadre. Queste situazioni ci hanno dato l’opportunità di discutere e quando si discute in modo trasparente, ci si conosce meglio. “Penso che abbiamo creato più fiducia tra noi come squadra, tra i piloti, e questo sarà utile nel 2020”, ha aggiunto Binotto.

Tragicamente, con l’epidemia COVID-19 che inghiotte il mondo, è improbabile che la rivalità si verifichi prima di luglio, con alcuni che prevedono un totale annullamento della Formula 1 nel 2020 in tutto il mondo. La Ferrari è stata profondamente colpita, con l’Italia tra le più colpite dal coronavirus dilagante. Il paese è in blocco totale virtuale con pochissima luce alla fine del tunnel. Binotto ha dichiarato: “Ora c’è bisogno di serenità, di stare insieme alle nostre famiglie e di ricaricare le batterie. Queste tre settimane di spegnimento – un’anticipazione della pausa estiva – serviranno a ricaricare le nostre energie e poi a spingere forte nei mesi successivi, quando avremo due sfide da affrontare allo stesso tempo, quella del 2020 e quella del Progetto 2021 “.