in

Ross Brawn: “Leclerc mi ha stupito”

L’ex stratega del team di Maranello ha ammesso di essere rimasto stupito dalle ottime performance di Leclerc

Leclerc

Charles Leclerc ha stupito proprio tutti lo scorso anno, al suo esordio in Ferrari. Il ragazzo che sembrava un vero e proprio azzardo per il team di Maranello si è rivelato un pilota di gran carattere. Lo ha compreso anche l’ex stratega della Ferrari Ross Brawn il quale ha ammesso che Charles Leclerc ha colto tutti di sorpresa. Il monegasco ha infatti più volte sopravanzato il blasonato compagno di squadra, Sebastian Vettel, battendolo nei numeri e in posizione finale. Il 22enne è stato in grado di integrarsi perfettamente all’interno della Scuderia.

Leclerc ha infatti conquistato sette pole position, due vittorie e dieci podi, finendo quarto nella classifica piloti. Solo Lewis Hamilton, Valtteri Bottas e Max Verstappen sono finiti davanti a Leclerc. Inutile dire che Ross Brawn è ufficialmente un fan di Charles Leclerc. Ha confessato che l’abilità del monegasco è stata una specie di shock per lui. “Penso che tutti siano rimasti piacevolmente sorpresi dalla rapidità con cui Charles Leclerc è diventato un problema per Sebastian Vettel l’anno scorso” ha dichiarato Ross Brawn “ha avuto un inizio ideale in Formula 1 debuttando sulla Sauber. Ma c’erano già molti segni di quanto fosse bravo quando era con loro”

Charles Leclerc è cresciuto molto

La Ferrari è consapevole di avere tra le mani uno dei migliori piloti del futuro della Formula 1 tanto da fargli firmare un contratto a lungo termine. La Ferrari ha infatti fissato il contratto del monegasco fino al 2024. È un futuro decisamente roseo quello che attende Charles a Maranello.

È interessante notare che il team principal del team, Mattia Binotto, ha fatto una confessione sulle gerarchie all’interno del team tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Tuttavia ha ammesso che i due devono mettere da parte l’individualità e mettere al primo posto le priorità della squadra: “Quello che è successo l’anno scorso è stato importante per entrambi” ha detto Binotto “Abbiamo discusso e abbiamo fatto chiarezza. L’interesse del team è la massima priorità e il campionato costruttori è un elemento chiave. Sono liberi di correre, ma ciò non significa che non possiamo ancora applicare gli ordini di squadra nell’interesse della squadra. Ma se la squadra sta andando bene, i piloti ne traggono vantaggio”.