in

A Melbourne sarebbe stato Vettel a dire “il denaro è re”, non Hamilton

La frase che accostava il denaro alla Formula 1 a seguito delle possibili decisioni sul Gran Premio di Melbourne sarebbe stata detta da Vettel, non da Hamilton

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel
Lewis Hamilton e Sebastian Vettel

Con la minaccia del Coronavirus che incombeva sulla testa di tutti, è comprensibile che i piloti fossero titubanti a correre a Melbourne al termine della scorsa settimana. Tuttavia, ci sono state discussioni secondo cui gli organizzatori e le autorità della Formula 1 erano ansiosi di iniziare la gara. La loro principale preoccupazione era rappresentata dalle ripercussioni finanziarie di non mettere in pratica il Gran Premio in quella occasione. Naturalmente piloti come Lewis Hamilton e Sebastian Vettel risultavano particolarmente disgustati dalla situazione vista a Melbourne.

La frase attribuita ad Hamilton era invece di Vettel

Nell’occasione di una conferenza stampa, la situazione ha spinto Vettel a mormorare “Cash is King”, ovvero “il denaro è il re”. Tuttavia, il suo microfono non è riuscito a farlo sentire a tutti, quindi Hamilton ha ripetuto la frase. Di conseguenza, molti hanno attribuito il commento proprio a Lewis Hamilton erroneamente. Giovedì, una moltitudine di fan si è riversata su Albert Park. Successivamente, tutti hanno dovuto abbandonare il tracciato e ritornare a casa. Ad essere onesti, è stata la decisione più giusta lo abbiamo detto più volte. La decisione è arrivata quando la McLaren si è ritirata dalla gara a seguito di un caso di Coronavirus interno al team.

Nel frattempo, il CEO della Formula 1 Chase Carey ha risposto alle aspre osservazioni all’interno di un comunicato rilasciato qualche giorno fa: “Immagino che se il denaro fosse il re, non avremmo preso la decisione che abbiamo poi messo in pratica. Siamo uno sport globale. Non stiamo solo affrontando un problema relativo a un singolo paese, stiamo affrontando una serie di complessità. Penso che stessimo cercando di digerire molte informazioni diverse per prendere la decisione giusta al momento giusto, e penso che l’abbiamo fatto”.