in

Chase Carey: per il nuovo calendario di F1 si procederà anche senza l’approvazione dei team

Per Chase Carey, gran capo della Formula 1, il nuovo calendario sarà deciso anche senza l’approvazione dei team partecipanti

Chase Carey
Chase Carey

La Formula 1 sarà in grado di finalizzare un calendario delle gare 2020 aggiornato senza l’approvazione dei team, secondo il presidente e CEO di Liberty Media Chase Carey. I primi sette round della stagione sono stati rinviati ufficialmente, con Montecarlo che ha invece preferito cancellare il Gran Premio, a seguito della pandemia del COVID-19. La Formula 1 è stata rapida nel rispondere all’evolversi della situazione, poiché la chiusura estiva è stata anticipata a marzo e aprile, mentre l’introduzione del regolamento tecnico del 2021 è stato rinviato al 2022.

Chase Carey è convinto di ripartire

Con la necessità di agire rapidamente sia ora che quando i Gran Premi saranno in grado di riprendere, Carey ha affermato che la Formula 1 ha la capacità di dare vita ad un nuovo calendario di gare senza che le squadre debbano dare la loro approvazione ufficiale al programma. “Durante questo periodo di emergenza, dopo diversi rinvii di gara, e dopo la decisione unanime del World Motor Sport Council di portare avanti la pausa estiva della Formula 1 a marzo e aprile, noi e la FIA abbiamo discusso con i team della necessità di una maggiore flessibilità per adattarsi a una stagione riprogrammata una volta la situazione COVID-19 migliorerà” ha scritto Carey sul sito ufficiale di Formula 1.

“È stato espresso il pieno supporto per la possibilità di riprogrammare quante più corse posticipate non appena potremo farlo in sicurezza. La Formula 1 e la FIA lavoreranno ora per finalizzare un calendario 2020 riveduto e si consulteranno con i team, ma come concordato durante la riunione il calendario rivisto non richiederà la loro approvazione formale. Questo ci darà la flessibilità necessaria per concordare i tempi rivisti con i promotori interessati e per essere pronti a iniziare a correre nel momento giusto”.

Le date però saranno comunque rese note ai team

Si prevede che la Formula 1 renderà noto alle squadre le nuove date prima che siano finalizzate a causa della logistica che dovrà muoversi. Ma il capo del team Mercedes Toto Wolff ha ammesso che la sua squadra è disposta a seguire un programma ristretto verso la fine della stagione.

“Come squadra e come sport dobbiamo fare tutto il possibile per proteggere la nostra gente e ridurre al minimo il rischio di diffusione del virus”, ha dichiarato Wolff “supportiamo pienamente le decisioni prese ieri e lavoreremo a stretto contatto con la Formula 1, la FIA, i promotori locali e i nostri colleghi dei team per trovare le migliori risposte per il nostro sport nei prossimi mesi. A marzo e aprile le fabbriche di tutte le squadre saranno chiuse per un periodo di tre settimane. L’anticipo della pausa estiva, inoltre, libera ulteriori weekend nel mese di agosto che potrebbero poi essere utilizzati per ospitare alcune delle gare posticipate – e si spera che forniscano alcune settimane piene di azione una volta che la stagione inizierà. Certo, ci assicureremo di prenderci cura dei nostri colleghi per garantire il loro benessere durante quelle settimane impegnative”.

In ogni caso Carey ha precisato che “l’introduzione e l’implementazione del nuovo regolamento finanziario del 2021 rimarrà pianificato per il prossimo anno”. Il budget sarà contingentato a 175 milioni di dollari, escludendo spese di marketing e stipendi dei piloti.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento