in ,

Ferrari e Fiat vogliono aiutare l’Italia a realizzare ventilatori

Siare Engineering è in trattativa con le case automobilistiche italiane Fiat Chrysler e Ferrari e il produttore italiano di parti Marelli per realizzare ventilatori

Ferrari e Fiat
Ferrari e Fiat

Ferrari e Fiat sono in trattativa con il più grande produttore di ventilatori in Italia per aiutare a incrementare la produzione delle macchine salvavita che sono urgentemente necessarie nella crisi del coronavirus. Lo hanno detto i funzionari della compagnia giovedì. Siare Engineering, nel nord Italia, dove i decessi da coronavirus si stanno moltiplicando giorno dopo giorno, è in trattativa con le case automobilistiche italiane Fiat e Ferrari e il produttore italiano di parti Marelli per realizzare alcune parti, procurarsene altre e eventualmente aiutare con l’assemblaggio di ventilatori.

Gianluca Preziosa, amministratore delegato di Siare, ha affermato che le due aziende condividono una certa esperienza, con il settore dei ventilatori e i produttori di automobili che si affidano fortemente all’elettronica e alla pneumatica. “Stiamo parlando con Fiat, Ferrari e Marelli per cercare di capire se possono darci una mano in questo processo per la parte elettronica”, ha detto a Reuters. Il governo italiano ha chiesto a Siare di aumentare la sua produzione mensile di ventilatori da 160 a 500 dopo che la crisi del virus ha lasciato il sistema sanitario del paese in grave pericolo, ha detto Preziosa.

Un portavoce di Exor, che controlla sia FCA che Ferrari, ha dichiarato che giovedì hanno avuto luogo degli incontri con Siare per studiare la fattibilità dell’idea e che è attesa una decisione nelle prossime ore. Ha affermato che sono state prese in considerazione due opzioni principali: o aiutare Siare a progettare un aumento di capacità nel suo impianto, con il supporto di tecnici forniti da Fiat e Ferrari, o esternalizzare la produzione di parti di ventilatori per le strutture dei costruttori automobilistici.