in

Vasseur: sarebbe stato ingiusto correre a Melborune senza la McLaren

Freederic Vasseur ha dimostrato comprensione per la situazione che ha coinvolto la McLaren a Melbourne

Fred Vasseur

L’annullamento del Gran Premio di Australia ha provocato reazioni di solidarietà da più parti, soprattutto verso la McLaren che è stato il team colpito da un caso di Coronavirus. Adesso però sembra che l’uomo non abbia più i sintomi classici del COVID-19 e quindi pare stia migliorando anche la sua condizione di salute. Chi ha espresso pareri di assoluta vicinanza nei confronti di McLaren è stato Frederic Vasseur, l’attuale team principal del team Alfa Romeo Racing ORLEN. Vasseur ha ammesso che non sarebbe stato corretto correre in Australia senza la McLaren.

Il ritiro della McLaren dal Gran Premio

In McLaren avevano annunciato il ritiro dal Gran Premio di Melbourne giovedì sera dopo che un membro del team è risultato positivo al Coronavirus. A seguito dell’evento i team principal hanno discusso in meeting con Ross Brawn fino a giungere all’annullamento. Proprio l’Alfa Romeo Racing ORLEN di Frederic Vasseur è stato uno di quei team che ha spinto per un annullamento, unendosi a Ferrari, Mercedes e Renault nell’invio delle loro motivazioni alla FIA.

Alla fine la gara è stata ufficialmente annullata poco prima dell’inizio delle prove libere del venerdì mattina. “Come pilota è difficile prendere questo tipo di decisione”, ha detto Vasseur ad Autosport “ma prima dobbiamo pensare ai nostri dipendenti, alla sicurezza dei fan, all’immagine dello sport, all’immagine degli sponsor e anche alla McLaren, perché sarebbe stato sicuramente ingiusto lasciarli ritirarsi da soli. Io penso che sia stata la decisione più giusta da prendere. Non è facile per il team, perché tutti hanno spinto al massimo per essere puntuali a Melbourne, nel team di gara ma anche in fabbrica. Ma dobbiamo prendere la decisione così com’è, forse è un peccato che sia stata presa un po’ tardi, ma il problema è esploso così in fretta”.