in

Fiat Chrysler: in Canada i lavoratori si rifiutano di lavorare, ecco il motivo

I lavoratori della fabbrica Fiat Chrysler a Windsor in Ontario si rifiutano di costruire veicoli da giovedì

Fiat Chrysler USA Sede Insegna
Fiat Chrysler USA

I lavoratori della fabbrica Fiat Chrysler a Windsor in Ontario si rifiutano di costruire veicoli da giovedì. Non ci sono casi confermati di coronavirus COVID-19 nello stabilimento, ma un lavoratore si è messo da solo in quarantena a causa di un “possibile contatto secondario”, ha detto un portavoce di FCA. “Di conseguenza, i dipendenti degli impianti sono preoccupati per la possibile esposizione e hanno rifiutato di lavorare da metà pomeriggio del 12 marzo”, ha dichiarato FCA.

“Il Ministero del Lavoro ha visitato lo stabilimento il 12 marzo per indagare e ha stabilito che i nostri protocolli e l’ambiente di lavoro sono sicuri. Stiamo collaborando con il sindacato locale e la direzione dell’Unifor, nonché con funzionari governativi per affrontare questo problema al fine di riavviare la produzione al più presto. Continuiamo a monitorare attentamente la situazione e prendiamo precauzioni per salvaguardare la salute e il benessere della famiglia Fiat Chrysler Automobiles “.

Unifor è l’equivalente canadese del sindacato United Auto Workers negli Stati Uniti. Fiat Chrysler, General Motors e Ford hanno chiesto a tutti i dipendenti di lavorare in remoto a causa della crescente diffusione del COVID-19. I Detroit Big Three hanno anche limitato i viaggi nazionali e internazionali e ritardato il lancio di eventi per i veicoli in arrivo. I loro impianti di assemblaggio negli Stati Uniti e in Canada, tuttavia, hanno continuato a funzionare. Windsor costruisce il minivan Chrysler Pacifica e impiega oltre 5.000 lavoratori. Ma all’inizio del 2020, FCA ha dichiarato che avrebbe tagliato il terzo turno di lavoro a causa dell’eliminazione graduale di alcuni modelli di minivan.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento