in

Assicurazione auto: prevista sospensione per 7,9 milioni di auto a causa del coronavirus

I destinatari di questa manovra potrebbero essere di più se il Governo italiano decidesse di estenderla a tutti i veicoli circolanti sul territorio nazionale

Assicurazioni aumenti

Un’indagine condotta dal noto sito Internet Facile.it, prendendo in considerazione il DL n°9 del 2 marzo (che ha introdotto la possibilità di sospendere il pagamento dell’RCA negli 11 comuni dell’ex zona rossa) e i dati disponibili sul sito dell’ACI, rivela che circa 7,9 milioni di automobilisti italiani potrebbero non dover pagare l’assicurazione auto.

Secondo l’analisi, in quelle zone sono iscritte nei registri della motorizzazione 32.594 auto. In caso di rinnovo della polizza assicurativa o di versamento rateale tra il 21 febbraio e il 30 aprile 2020, i proprietari di questi veicoli ottengono un posticipo del pagamento.

Assicurazione auto
Assicurazione auto, il decreto si applica attualmente agli 11 comuni dell’ex zona rossa

Assicurazione auto: il coronavirus porta ad un allungamento della scadenza dell’RCA

Il saldo potrà essere effettuato, in un’unica soluzione, entro il mese successivo al termine del periodo di sospensione oppure tramite rateizzazione durante l’anno mettendosi d’accordo con la compagnia assicurativa.

Tuttavia, i destinatari di questa manovra potrebbero essere di più se il Governo italiano decidesse di estenderla a tutti i veicoli circolanti sul territorio nazionale. Parliamo di circa 39 milioni di sole vetture.

Secondo lo studio di Facile.it, prendendo in considerazione più di 6,5 milioni di preventivi, le polizze in scadenza nel periodo 21 febbraio-30 aprile potrebbero essere di circa il 20,5% della quota complessiva (ossia 7,9 milioni di auto).

RC auto assicurazioni

La sospensione temporanea dell’RC auto sarebbe sicuramente un sollievo per tutti gli automobilisti colpiti. Nella provincia di Lodi (in cui si trovano 10 dei comuni della zona rossa indicati nel decreto del 2 marzo), ad esempio, erano necessari 401,93 euro a febbraio 2020 per assicurare una vettura. Naturalmente, la sospensione del pagamento del premio assicurativo non comporta il blocco della copertura per la propria vettura.

Anche se il decreto è entrato in vigore il 2 marzo, al momento non ci sono ancora informazioni su come è possibile sfruttare questa opportunità. Alcuni sostengono, però, che possa attivarsi in automatico con un allungamento del periodo di validità dell’assicurazione al termine della scadenza.

Da precisare che l’estensione potrebbe essere valida soltanto per l’RCA base, quindi le garanzie accessorie non sarebbero comprese in questo decreto. Infine, la sospensione del pagamento dell’assicurazione auto non riguarda i nuovi contratti stipulati durante il periodo di sospensione.