in

Vettel chiede calma alla Ferrari: “Non ha senso farsi prendere dal panico”

Sebastian Vettel non vede alcun motivo di farsi prendere dal panico per la Ferrari

Vettel Barcellona 2020 _ 2

Sebastian Vettel non vede alcun motivo di farsi prendere dal panico per la Ferrari. Il pilota tedesco chiede pazienza, chiede che “conclusioni affrettate” non vengano raggiunte prima dell’Australia e chiede di fare affidamento sulla corsa allo sviluppo per trasformare la SF1000 nella migliore macchina possibile. Il teutonico è cauto, ammette di non aver ancora controllato la resistenza e che la Mercedes sembra molto forte. Vettel è stato il pilota più veloce nel Day 5 dell’allenamento pre- campionato Montmeló. A differenza dei precedenti, questa volta la Ferrari ha intrapreso giri  ad alte prestazioni con le gomme più morbide di Pirelli.

Vettel ha insistito nel dire che il vento è stato molto forte, che “non era il giorno adatto per battere i record di velocità” e che in nessun caso è determinante per Melbourne. Il suo invito alla calma avviene dopo diversi messaggi emessi da Maranello che invitano alla preoccupazione. Il primo  è stato quello di Mattia Binotto, che già la scorsa settimana ha riconosciuto che in questo momento la Ferrari è dietro i suoi diretti rivali. “L’atmosfera che percepisco è che alcuni di voi sono preoccupati”, ha detto Vettel durante una conferenza stampa giovedì, stanco di ripetere insistentemente che vale la pena aspettare Melbourne.

“Le aspettative sono alte, perché siamo la Ferrari e siamo qui per vincere. Abbiamo detto che non siamo qui per battere i record nei test e che non facciamo giri veloci con facilità, ma è anche giusto dire che è ancora troppo presto per raggiungere conclusioni errate. Non ha senso preoccuparsi o farsi prendere dal panico. Dobbiamo assicurarci che se l’auto non è la più veloce in Australia, possiamo girarla in modo che sia alla fine della stagione. In questo momento stiamo provando a fare tutto quello che vogliamo fare, esplorare tutte le direzioni. È tempo di conoscere la macchina e approfittare di quell’esperienza per il resto dell’anno. ”

“Siamo qui per combattere. Hai un’opzione di vittoria in ogni gara. Non c’è motivo di parlare troppo in questo momento, perché non abbiamo nemmeno iniziato a correre. La stagione sarà molto lunga e accadranno molte cose. Con i nuovi regolamenti del 2021, sarà un anno difficile. Dovremo rimanere concentrati e fare il nostro lavoro, e non raggiungere conclusioni affrettate troppo presto. ”

“Oggi il vento ci ha disturbato tutti. L’ultima volta ho potuto dire che l’auto andava meglio, che era meglio nel terzo settore. Siamo un po’ più lenti di quanto vorremmo nei rettilinei, ma abbiamo già detto che l’obiettivo era quello di fornire aerodinamica. Noti la differenza nelle curve, siamo migliorati, ma sembra che gli altri siano ancora più veloci. C’è del lavoro da fare, ma siamo una squadra forte e la stagione non è nemmeno iniziata. In Australia vedremo dove siamo “.