in

Modulo Blu Rc auto: cos’è e come si compila

Fondamentale per ottenere un risarcimento equo e veloce

Immagina di essere vittima di un incidente. Anche un tamponamento. Come fare per avere i soldi dell’assicurazione? Modulo Blu Rc auto: questa la risposta. Se lo compili bene ed entrambi i guidatori lo firmano, il risarcimento arriva in fretta grazie all’indennizzo diretto. È infatti la tua compagnia che ti rimborsa. Vediamo allora che cosa scrivere in questo documento, che viene dato dalla propria compagnia al momento della firma del contratto. O, come alternativa molto valida, dal carrozziere indipendente associato a Federcarrozzieri. Per un rimborso veloce ed equo, assistiti dal riparatore.

Modulo Blu Rc auto: i punti base

Come ricorda l’Ania (Associazione delle assicurazioni), il  Modulo Blu Rc auto e un modulo per la constatazione amichevole di sinistro. Un formulario specificamente studiato per facilitare la raccolta degli elementi. Quelli indispensabili per denunciare il sinistro sono i seguenti:

  • targhe dei due veicoli coinvolti;
  • nomi degli assicurati;
  • nomi delle compagnie;
  • descrizione delle modalità dell’incidente;
  • data dell’incidente;
  • firma dei due conducenti o assicurati (se possibile) o firma di uno solo dei conducenti o assicurati in caso di disaccordo sulle modalità dell’incidente.

Se il Modulo Blu è firmato da entrambi i conducenti, si accorciano i tempi del risarcimento. Per i danni al veicolo e alle cose l’offerta di risarcimento o il rifiuto della compagnia devono arrivare in breve tempo: entro 30 giorni anziché 60. Una volta compilato il Modulo Blu, se è stato firmato da tutti e due i conducenti, ciascuno dei firmatari trattiene due copie del modulo: una per sé e una da consegnare al proprio assicuratore.

Modulo Blu Compilazione Incidente Auto CID

Le sette situazioni possibili del Modulo Blu Rc auto

C’è uno schema di ripartizione della responsabilità dell’incidente. È basato sulle diverse possibili combinazioni delle casistiche riportate sul Modulo Blu.

  1. Se due veicoli circolano nella stessa direzione e sulla medesima fila, il veicolo che urta quello antistante è responsabile al 100% del sinistro.
  2. Qualora due mezzi circolano su due file differenti, il veicolo che cambia fila è responsabile al 100% del sinistro. Se il contatto tra due veicoli avviene senza cambiamento di fila, si presume una responsabilità concorsuale al 50%.
  3. Nel caso in cui uno dei due veicoli si rimette nel flusso della circolazione da una posizione di sosta o uscendo da un’area privata e urta un veicolo in circolazione, è responsabile al 100%.
  4. I due veicoli circolano in senso inverso, impegnando o sorpassando l’asse mediano della carreggiata, e si scontrano frontalmente? Si presume una responsabilità concorsuale al 50%. Se invece è solo uno dei due veicoli a sorpassare l’asse mediano della carreggiata, la responsabilità è integralmente a carico di quest’ultimo.
  5. Situazione anomala: i due veicoli provengono da due strade differenti, le cui direzioni si intersecano o si congiungono. La responsabilità è interamente a carico di quello che proviene da sinistra a meno che le precedenze non siano indicate in maniera differente da segnali stradali o semaforici.
  6. Quando un veicolo in circolazione urta un veicolo in sosta è interamente responsabile del sinistro.
  7. Uno dei mezzi circola in retromarcia? È responsabile del sinistro.

I tempi del risarcimento con l’indennizzo diretto

I termini entro cui l’assicurazione deve provvedere all’offerta o motivare il rifiuto sono:

  • 30 giorni per danni a cose con Modulo Blu a doppia firma;
  • 60 giorni per danni a cose con Modulo Blu a firma unica;
  • 90 giorni per danni a persone.