in

Briatore sulle gerarchie in Ferrari e su quelle volte che poteva approdare a Maranello

Flavio Briatore è tornato a dire la sua sulle possibili gerarchie in Ferrari, ma ha anche detto che in passato era molto vicino all’approdo a Maranello

Flavio Briatore

La figura di Flavio Briatore è forse una delle più discusse nel motorsport, a vari livelli. In ogni caso ciò che Briatore è riuscito a dimostrare nel Circus e sui circuiti di mezzo mondo è sotto gli occhi di tutti. Di certo Briatore è una delle personalità più apprezzate nel paddock, ancora oggi.

Per questi motivi probabilmente ogni dichiarazione viene subito attenzionata. Proprio Briatore di recente ha detto che la grande superiorità dimostrata dalla Mercedes poteva consentire tranquillamente a diversi piloti del mondiale di vincere il Campionato del Mondo. Di conseguenza un titolo con una Mercedes in mano non sarebbe stato soltanto appannaggio del solito Lewis Hamilton.

Per Briatore la Mercedes rappresenta un “prodotto invincibile, una corazzata. Sicuramente cinque o sei piloti avrebbero potuto vincere il titolo con una Mercedes nel 2019, Alonso compreso. Assolutamente nulla da recriminare per Lewis Hamilton”.

Ferrari: gerarchie e un occhio al passato

Ma Flavio Briatore non si è lasciato sfuggire un suo breve ma incisivo pensiero su quello che succederà secondo lui per quanto riguarda i due piloti della Ferrari in questo 2020. Ci sarà da scegliere una prima guida, puntando quindi su uno soltanto dei due già dopo le prime gare della stagione che comincerà tra poco. “Per me è giusto che in Ferrari sia Leclerc che Vettel siano alla pari. Però dopo cinque GP in casa Ferrari dovranno decidere su quale pilota continuare a scommettere”.

Ma nelle ultime dichiarazioni di Briatore non c’è soltanto la Ferrari di oggi. Le sue indubbie capacità manageriali pare abbiano affascinato anche la stessa Ferrari in passato, sebbene “il matrimonio” non sia mai stato sugellato. All’interno di un’intervista rilasciata ad Autosprint, Briatore ha infatti affermato che si è trovato molto vicino alla firma di un contratto con la Ferrari per bene due volte. Ma per diversi motivi l’accordo tra la Ferrari e il piemontese non è stato mai raggiunto.

briatore
Flavio Briatore

Ecco le parole di Briatore sulla vicenda: “La prima volta che ci siamo avvicinati con Ferrari è stato tra il 1994 e il 1995. Ho avuto un serio colloquio col dottore Umberto Agnelli, ma mi trovavo pieno di impegni con la Benetton. Con questa disponevo anche di una partecipazione societaria del 30%. In tempi più vicini ho invece avuto qualche colloquio con Luca Cordero di Montezemolo, sebbene non siamo riusciti mai a trovare la soluzione giusta”.

Di certo Briatore ci ha tenuto a precisare anche che non ritornerà attivamente in Formula 1 nel prossimo futuro. “La Formula 1 è come la varicella. È un virus che puoi prendere soltanto una volta. Ho vissuto in Formula 1 per parecchi anni, mi sono divertito e ho vinto dove gli altri non hanno mai vinto”. Chapeau Flavio!

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento