in

Secondo Coulthard, Hamilton non ha bisogno di andare in Ferrari

L’ex pilota della McLaren, David Coulthard, ha espresso il suo parere su un possibile futuro a Maranello di Lewis Hamilton

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel
Lewis Hamilton e Sebastian Vettel

Il 2020 della Formula 1 non ha configurato grossi cambiamenti dal punto di vista del mercato dei piloti. I grandi team hanno confermato le loro disponibilità con Charles Leclerc e Max Verstappen (che rappresentano il futuro della serie) rimasti (a lungo) nei loro rispettivi team. Il monegasco ha rinnovato con Ferrari fino al 2024 e l’olandese invece fino al 2023 con Red Bull.

Proprio l’ago della bilancia Verstappen, col consistente rinnovo, ha chiuso le porte ad un’ipotesi di approdo in Mercedes nel prossimo futuro. In questo modo anche la suggestione che voleva Lewis Hamilton pronto a migrare in Ferrari sembra allontanarsi con molta facilità.

C’è un contratto in scadenza

Il sei volte campione del mondo ha un contratto in scadenza con Mercedes (fine 2020) proprio come Sebastian Vettel con Ferrari. Con molta insistenza si è anche parlato di alcuni contatti intercorsi tra John Elkann e lo stesso Hamilton, tuttavia c’è chi sconsiglia ad Hamilton la possibilità di passare un giorno alla Ferrari. Il suo nome è David Coulthard, già pilota di Formula 1 con McLaren, Williams e Red Bull.

“Ho sempre pensato che Lewis sarebbe rimasto dov’era. Sono anche sicuro della sua voglia di andare un giorno in Ferrari, ma in ogni caso è sempre rimasto in Mercedes. Perché rompere un rapporto così interessante e andare via?” ha parlato così Coulthard alla agenzia Reuters. Tuttavia molti credono che la voglia di Hamilton di accasarsi in Ferrari rappresenta una grossa motivazione quindi una nuova sfida per il campione del mondo. il fascino della Ferrari è riconosciuto sicuramente da tutti.

Tuttavia per Coulthard le motivazioni non sarebbero sufficienti per ufficializzare la cosa. “Molti vogliono dare una svolta europea alla loro carriera, tuttavia penso che Hamilton si trovi molto bene dove si parla l’inglese. Gran Bretagna per le corse e Stati Uniti per il tempo libero”. Infine David Coultard ha terminato aggiungendo che non ritiene che Hamilton abbia bisogno “dell’abbraccio emotivo della Ferrari. Non credo inoltre che la Ferrari sia un suo cruccio da quando era un bambino. Non penso lo farà per i soldi. Ne ha in quantità!”. Ma non è detta l’ultima parola.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento