in

Alfa Romeo Giulia MY 2020: come va, cosa offre e quanto costa la entry level da 136 CV

Il nuovo Model Year della Giulia introduce la nuova entry level con motore 2.2 turbo diesel da 136 CV

Il Model Year 2020 dell’Alfa Romeo Giulia è pronto a debuttare sul mercato. Come annunciato il mese scorso, in occasione della presentazione ufficiale della berlina e del nuovo Stelvio MY 2020, la nuova evoluzione della Giulia arriverà in concessionaria nel corso del prossimo mese di gennaio. Al momento, non sappiamo quando sono previste le prime consegne considerando che lo stabilimento di Cassino è chiuso sino al prossimo 14 gennaio a causa delle scarse richieste registrate dai tre modelli Alfa Romeo in questi mesi.

La nuova Alfa Romeo Giulia MY2020 introduce diverse novità alla dotazione di serie e presenta un listino prezzi con alcune differenze sostanziali rispetto al MY 2019 che va a sostituire. Tra le principali novità per il mercato italiano c’è il debutto della nuova entry level della gamma dell’Alfa Romeo. Per i clienti che non hanno esigenze particolari, infatti, Alfa Romeo propone la Giulia in abbinamento al motore 2.2 turbo diesel da 136 CV (versione già disponibile in altri mercati internazionali).

Questa motorizzazione può essere abbinata all’allestimento base, denominato semplicemente “Giulia”, alla versione Business, che probabilmente sarà protagonista delle principali offerte di noleggio a lungo termine e di promozioni destinate ai clienti con Partiva IVA, ed alla variante Super, allestimento che rispetto alla versione base va ad arricchire notevolmente la dotazione di serie.

Vediamo ora come va la nuova Giulia entry level in base ai dati tecnici ed alla dotazione di serie già annunciata.

Alfa Romeo Giulia MY 2020: i dati tecnici del 2.2 turbo diesel da 136 CV

Il motore 2.2 turbo diesel della Giulia in versione “entry level” è la stessa unità proposta anche in altri step di potenza (attualmente 160, 190 e 210 CV). Si tratta di un quattro cilindri in linea da 2143 cm3 di cilindrata. In questa versione, il motore è in grado di erogare una potenza massima di 136 CV (disponibili a 3250 giri al minuto) ed una coppia motrice massima pari a 450 Nm (disponibili a 1750 giri al minuto). Per quanto riguarda la coppia motrice, in precedenza il 2.2 turbo diesel da 136 CV garantiva un massimo di 380 Nm.

Come tutte le altre varianti della Giulia, anche la entry level da 136 CV è abbinata al cambio automatico ad 8 rapporti. Questa versione, inoltre, è disponibile esclusivamente con trazione posteriore (la Giulia con trazione integrale Q4 è disponibile solo con il 2.2 turbo diesel da 210 CV e con il 2.0 turbo benzina da 280 CV, motori abbinabili al solo allestimento Veloce).

Per quanto riguarda le prestazioni, invece, la Giulia 2.2 turbo diesel da 136 CV è accreditata di un’accelerazione 0-100 km/h di 9.5 secondi, risultando più lenta di 1.3 secondi rispetto alla Giulia 2.2 turbo diesel da 160 CV e di 2.7 secondi rispetto alla Giulia Veloce diesel con motore da 210 CV. La velocità massima raggiungibile dall’entry level della berlina è pari a 210 km/h (la Giulia Veloce arriva a 235 km/h mentre la Giulia da 160 CV arriva a 220 km/h).

Passiamo ora a consumi ed emissioni. La Giulia da 136 CV ha un consumo nel ciclo urbano di 6-6.1 litri per ogni 100 chilometri e di 4.1 litri per ogni 100 chilometri nel ciclo extra-urbano. Per quanto riguarda il ciclo misto, invece, si registra un consumo di 4.7-4.8 litri per ogni 100 chilometri. Le emissioni di CO2 in atmosfera risultano, invece, pari a 126-127 grammi al chilometro. 

Come prevedibile, i dati su consumi ed emissioni sono praticamente gli stessi delle altre versioni turbo diesel della Giulia con la sola eccezione della Giulia Veloce che monta il 2.2 da 210 CV abbinato alla trazione integrale Q4 e registra consumi ed emissioni leggermente più elevati (per quanto riguarda le emissioni si arriva a 137 grammi al chilometro).

Dotazione e prezzi della versione entry level della Giulia MY 2020

La Giulia con motore 2.2 turbo diesel da 136 CV è abbinabile agli allestimenti Giulia, con un listino di 40 mila Euro, Super, con un listino di 43 mila Euro, e Business, con un listino di 44 mila Euro. Gli altri allestimenti della berlina (Sprint, Executive, Ti e Veloce) sono disponibili solo in abbinamento alle altre motorizzazioni della gamma.

Per quanto riguarda la versione base Giulia, la dotazione di serie prevede sedili in tessuto nero, il volante in pelle con comandi multifunzione e tasto di avviamento integrato, sedili anteriori con 6 regolazioni manuali ed il quadro strumenti con display TFT a colori da 7 pollici. Di serie ci sono anche i cerchi in lega da 16 pollici a doppie razze, i fari posteriori a LED, il terminale di scarico cromato e le pinze freno in alluminio oltre ai fari DRL alogeni.

All’interno dell’abitacolo c’è il nuovo Alfa Connect 8.8” Multi-touch, una delle principali novità del Model Year 2020 della Giulia, che viene proposto di serie su tutta la gamma della berlina. La dotazione include il sintonizzatore radio DAB, gli Alfa Connected Services, i sensori Pioggia e Crepuscolare, il clima automatico bizona, l’Alfa DNA, lo Start & Stop ed una serie di sensori come l’Autonomous Emergency Brake (AEB) con riconoscimento pedoni, il Lane Departure Warning (LDW), il Forward Collision Warning (FCW) e l’Integrated Brake System (IBS).

La Giulia Super garantisce un risparmio di circa 2 mila Euro per quanto la dotazione e, come detto, costa 3 mila Euro in più di listino. La dotazione include i nuovi sedili in tessuto nero, il batticalcagno in alluminio, i cerchi in lega da 17 pollici a raggi, i fari anteriori Bi-Xenon da 25w. Da notare, oltre all’Alfa Connect 8.8” Multitouch presente su tutta la gamma, che la versione Super aggiunge l’integrazione Apple Car Play e Android Auto. A completare la dotazione ci sono gli specchietti ripiegabili elettricamente e i sensori di parcheggio posteriori.

La Business, infine, costa 1.000 Euro in più rispetto alla Super e garantisce un risparmio di 350 Euro considerando gli optional inclusi in dotazione. La Giulia Business ha l’Adaptive Cruise Control, le bocchette clima per i sedili posteriori, il dispositivo di rilevamento odori, il parabrezza atermico, il bano portaoggetti su plancia refrigerato, una USB posteriore e l’accesso Keyless per le porte anteriori. Da notare però l’assenza del batticalcagno in alluminio e dei cerchi da 17 (sostituiti dai cerchi da 16 pollici della Giulia base).

Le alternative: si parte da 45 mila Euro

I clienti interessati alla nuova Alfa Romeo Giulia MY 2020 che vorranno puntare su qualcosa in più rispetto alla versione base da 136 CV potranno scegliere la 2.2 turbo diesel da 160 CV disponibile a partire da 45 mila Euro (allestimento Business). La variante da 190 CV, invece, parte da 49.500 Euro (allestimento Sprint) mentre la versione da 210 CV con trazione Q4 è disponibile solo con la Veloce (da 57.700 Euro). Chi preferisce la Giulia con motore benzina può scegliere il 2.0 turbo da 200 CV che parte da 46.500 Euro (allestimento Business) oppure la Giulia Veloce con il 2.0 turbo da 280 CV e trazione Q4 che parte da 58.900 Euro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Un commento

Lascia il tuo commento, condividi il tuo pensiero

Lascia un commento