Alfa Romeo, tutte le novità in arrivo nei prossimi anni

di -
Alfa Romeo

Da diverse settimane oramai, parliamo con insistenza delle tante novità che dovrebbero caratterizzare il futuro di Alfa Romeo che, nei prossimi anni, dovrebbe registrare l’arrivo sul mercato di un gran numero di novità che, si spera, riusciranno a cancellare gli ultimi anni in cui il brand italiano ha fatto registrare un fortissimo calo delle vendite. Proviamo a fare una breve ricapitolazione di quanto, sino ad ora, sappiamo del futuro di Alfa Romeo.

Tra poche settimane, durante il Salone dell’auto di Parigi 2014, dovrebbe debuttare la prima novità in programma, ovvero l’Alfa Romeo 4C Spider, il cui prototipo è stato svelato dall’azienda durante la passata edizione del Salone di Ginevra.

Il prossimo anno, invece, sarà l’occasione per il debutto, attesissimo, della nuova Alfa Romeo Giulia, la nuova segmento D di casa Alfa Romeo a cui sarà affidato il compito di rilanciare, sul mercato internazionale, il brand. La nuova Alfa Romeo Giulia, che potrebbe anche presentarsi con un nome differente sul mercato, almeno negli USA, verrà realizzata in due versioni, una berlina tre volumi e, successivamente, in versione station wagon.

Dopo la Giulia, che debutterà il prossimo anno, sarà il turno del SUV di medie dimensioni, basato sulla stessa piattaforma della Giulia, ovvero la nuova piattaforma Giorgio. Il SUV debutterà nel corso del 2016. A partire dal 2017, invece, i progetti si fanno meno chiari ma il futuro del brand italiano dovrebbe vedere il debutto di una nuova berlina di segmento E, un nuovo SUV di dimensioni maggiori rispetto al precedente e la nuova coupé Alfa Romeo 6C. In futuro, inoltre, arriverà anche la nuova generazione dell’Alfa Romeo Giulietta il cui sviluppo è, tuttavia, ancora in fase preliminare.

  • ADRIANO SAVA

    Son cliente alfa dal 1973 o avuto la prima 1750 a seguire una trentina di alfa ora abbiamo nuovamente una grande performante alfa attendo la giulia e chissa un pensiero alla 4C forza marchionne grazie di aver ridato vita a un grande marchio

  • Fulvio Dalto

    ma il dna dell’alfa romeo è sempre stata la trazione posteriore con motore anteriore e la sportività. ora l’unico modello che ricalca in parte il dna alfa è la 4c, ovviamente un auto per una piccolissima parte di utenza… però aspettare 20 anni per avere due piccole fiat con marchio alfa e una due posti secca per giri di pista mi sembra veramente poco e mal studiato a livello commerciale… la 4c è un auto stupenda ben riuscita e dalle doti sorprendenti… ma in casa alfa non c’è nient’altro… non per niente continuo a correre con la 75…