Dodge Durango Shaker: Fiat Chrysler valuta l’idea di produrre il Suv

Dodge Durango Shaker
Dodge Durango Shaker

Dodge potrebbe essere intenzionata ad iniettare più muscoli nella sua Durango, realizzando un nuovo Dodge Durango Shaker. Questo cambiamento per il celebre full-size SUV di Fiat Chrysler Automobiles potrebbe avvenire nel corso dei prossimi anni. Il marchio americano, che fa parte del gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles, sta vivendo un periodo di transizione con il passaggio dalla produzione di muscle car tradizionali ai Suv.  Il brand a stelle e strisce sta esaminando la possibilità di produrre e portare sul mercato il concept di Dodge Durango Shaker, che ha debuttato all’inizio di questo mese al SEMA Show di Las Vegas.  

Dodge Durango Shaker: Il concept verrà prodotto?

In base a quanto dichiarato dal Ceo di Dodge, Tim Kuniskis, l’ipotesi in questione sembrerebbe abbastanza concreta. L’importante dirigente di Fiat Chrysler Automobiles, nel corso di una recente intervista al Detroit News, ha rivelato che viste le positive reazioni della gente a quanto mostrato al Sema di Las Vegas, Dodge devrà prendere in considerazione l’idea di produrre realmente un simile modello.

La cappa “shaker” mostrata nel concept SUV, rappresenta un’idea che è stata presa in prestito dalla corrente Dodge Challenger.  Il concept ha mostrato un cofano Shaker customizzato che nasconde un motore HEMI da 6,4 litri con cambio automatico a otto marce, ulteriormente potenziato dalla presa d’aria funzionale di Mopar, azienda che ha collaborato attivamente alla realizzazione del Concept.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia 2.2 Diesel: BR-Performance aumenta la potenza a 232 Cv

Dodge Durango Shaker
Dodge Durango Shaker

Leggi anche: Nuova Alfa Romeo Brera: il rendering di una vettura che stupirà

Il veicolo è quello che ha le maggiori chance di essere prodotta tra i concept Fca mostrati a Las Vegas

Insomma se davvero il Dodge Durango Shaker arriverà sarà certamente un bel vedere per i tanti appassionati di Dodge che aspettano con ansia un simile modello. Kuniskis, che è anche capo dei marchi di Fiat Chrysler-Nord America, ha detto che la casa automobilistica “potrebbe farlo”. Tuttavia, l’attenzione che il veicolo ha ricevuto presso il mercato del ricambio e delle specialità non è detto che debba tradursi in vendite effettive. Pietro Gorlier, responsabile globale di Fiat Chrysler di ricambi e assistenza (Mopar), di recente ha dato la notizia nel corso di un’intervista che questo modello era quello che aveva più probabilità di arrivare sul mercato tra i concept portati da Mopar al Sema 2016. Presto dunque sapremo se le cose andranno realmente così o meno.