Alfa Romeo: a Cassino nei primi 9 mesi del 2016 bene la crescita produttiva

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: a settembre quarta berlina di segmento 'D' più venduta in Europa dietro solo a Mercedes Bmw e Audi

Vi avevamo detto che Cassino stava diventando sempre più centrale per il rilancio di Alfa Romeo nel mondo dei motori. Adesso questa supposizione viene confermata anche dai numeri. Nei primi 9 mesi del 2016 grazie ai nuovi modelli del Biscione ed in particolare ad Alfa Romeo Giulia per il celebre stabilimento sito a Piedimonte San Germano vi è stata una vera e propria salita produttiva.  Nello stabilimento Fiat Chrysler di Cassino oggi si producono  una media di 212 vetture al giorno su un turno di lavoro, un incremento piuttosto netto anche rispetto a giugno, quando invece se ne producevano 160 al giorno.

Alfa Romeo: a Cassino continua la salita produttiva

Con l’arrivo di Alfa Romeo Stelvio e l’arricchimento della gamma della berlina Giulia con altre versioni e allestimenti, l’anno dovrebbe finire molto bene. Tra l’altro per Cassino le cose vanno bene in quanto anche i volumi di produzione della nuova Alfa Romeo Giulietta sono in crescita e questo ovviamente contribuisce a rendere le cose per il celebre stabilimento ancora più positive in un quadro nazionale che come vi abbiamo raccontato in un altro nostro articolo è assai positivo in questo momento per l’Italia. Infatti nel 2016 per la prima volta verranno prodotte oltre un milione di auto negli stabilimenti italiani.

Molto bene anche la produzione della nuova Giuletta

Questo è stato possibile grazie ad un cambio di strategia di Fiat Chrysler Automobiles che ha deciso di puntare sulle auto di segmento premium a discapito di quelle più economiche e questa decisione sta premiando il coraggio di FCA con vendite molto positive come dimostrano in particolare Alfa Romeo Giulia e Maserati Levante. Sempre a proposito di Giulietta  a Cassino basti pensare che sono state fino a fine settembre prodotte ben  37.480 unita, contro una produzione complessiva che nel 2015 e 2014  è stata di 45.668 e di 39.000.

Leggi anche: Fiat sconti: ecco le principali offerte e incentivi di ottobre 2016 in Italia

alfa romeo giulia cassino
Dal giorno della prima Alfa Romeo Giulia prodotta sono stati fatti enormi progressi sui livelli di produttività di Cassino

Leggi anche: Maserati Elettrica arriverà entro il 2019 e non sarà un clone di Tesla

Ulteriori incrementi nei livelli occupazionali dipenderanno dalle future auto del Biscione

Questi numeri significano che quasi certamente nel 2017 lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles grazie ai nuovi veicoli di Alfa Romeo raggiungerà la piena occupazione e anzi è possibile che nella seconda parte dell’anno possano arrivare addirittura nuove assunzioni. Da questo punto di vista diventa fondamentale la vendita sul mercato americano della nuova berlina Alfa Romeo Giulia che inizierà entro fine di novembre. Chiaramente la possibilità di ulteriori incrementi nel numero dei lavoratori occupati a Cassino ed anche negli altri stabilimenti di Fiat Chrysler in Italia molto dipenderà dal buon andamento che i futuri veicoli del Biscione riusciranno ad avere.

 

  • umberto

    Un modesto ma interessante incremento della produzione, che spero prosegua sempre più in modo da consentire anche un incremento dell’occupazione