Dodge Challenger avrà una versione con trazione integrale

Dodge Challenger
Dodge Challenger

Il leggendario Dodge Challenger avrà diritto a una versione AWD questo autunno. Almeno questo è ciò che conferma Automotive News , sostenendo che questa prima versione a quattro ruote motrici del Dodge Challenger sarà equipaggiata con un motore a sei cilindri e sarà chiamata GT AWD. Il famoso sito automobilistico sostiene inoltre che Dodge, che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles, commercializzerà una nuova versione del Challenger Hellcat , battezzato ADR (American Drag Racing). Quando ha pubblicato il suo articolo, Automotive News aveva sostenuto che anche la Hellcat avrebbe avuto diritto alla trazione integrale. L’autore, però, ha cambiato idea in seguito.

Ci si chiede a questo punto se anche la Hellcat potrebbe un giorno vedere arrivare una versione con trazione integrale. Niente è impossibile. Dopo tutto, quattro ruote motrici permetterebbero al veicolo di contenere i 707 cavalli prodotti dal suo enorme motore di 6,2 litri nel migliore dei modi. E da un punto di vista tecnico, non sarebbe una grande sfida come per la piattaforma su cui è costruito il Challenger, visto che è già offerta con trazione integrale in altri veicoli che hanno la stessa piattaforma, come Dodge Charger e Chrysler 300.

Leggi anche: Dodge Dart: gli Usa dicono addio alla berlina con Alfa Romeo nel DNA

Dodge Challenger
Dodge Challenger

La piattaforma su cui l’attuale Dodge Charger e Challenger cominciano a invecchiare. Anche se è stata modificata nel corso degli anni, rimane essenzialmente la stessa dal 2006. Nel mondo automobilistico, si può parlare di eternità. Tuttavia, dal 2018, Dodge intende proporre una nuova generazione di due modelli leggendari. E per questi verrà usata la piattaforma modulare Giorgio, la stessa utilizzata dalla nuova Alfa Romeo Giulia. Si tratta ovviamente di una notizia che desta grande curiosità nei numerosi appassionati di Dodge curiosi di vedere questi celebri modelli nella nuova veste che li caratterizzerà quando giungeranno sul mercato.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia, la piattaforma Giorgio sarà la base delle nuove muscle car di Dodge