Nella giornata di ieri, l’amministratore delegato Sergio Marchionne ha visitato, a sorpresa, lo stabilimento di Cassino, casa della futura Alfa Romeo Giulia per verificare lo stato dei lavori di pre-produzione della nuova berlina del marchio italiano. Stando a quanto riportato alcuni media locali, la visita dell’amministratore delegato di FCA è servita a chiarire gli ultimi dubbi sulle tempistiche di arrivo sul mercato della nuova vettura di casa Alfa Romeo.

La nuova Alfa Romeo Giulia entrerà in produzione a partire dal prossimo 14 marzo, data in cui dallo stabilimento di Cassino usciranno un numero significativo di esemplari della Giulia che si farà trovare pronta per il debutto sul mercato in primavera. Attualmente, il sito di produzione laziale lavora a ritmo ridotto ed assembla circa 50 unità di pre-serie della berlina al giorno. Il mese che ci separa dalla data del 14 di marzo servirà ad apportare gli ultimi ritocchi al processo produttivo che seguirà gli stessi standard di produzione e le stesse procedure già utilizzate con successo a Melfi e Pomigliano.

Alfa Romeo Giulia: Le prime consegne dei turbodiesel da 150 e 180 CV già ad aprile

Secondo quanto riportano alcune fonti questa mattina, i test di omologazione di tutte le varianti della Giulia sarebbero ancora in corso. Alcune motorizzazioni previste dal piano commerciale della nuova Alfa Romeo Giulia potrebbero, quindi, arrivare sul mercato soltanto tra diversi mesi. A partire dal mese di aprile dovrebbero iniziare le prime consegne delle versioni della berlina con motore turbodiesel da 2.2 litri (tale propulsore sarà svelato ufficialmente al Salone di Ginevra di inizio marzo) nelle varianti base da 150 e 180 CV abbinate sia al cambio manuale che al cambio automatico. Nel corso degli ultimi mesi della primavera o, al massimo ad inizio estate, saranno disponibili anche le varianti turbo benzina della nuova Alfa Romeo Giulia che andranno ad affiancarsi alla Giulia Quadrifoglio, la versione super sportiva della berlina che entrerà in fase di ordinazione a marzo e arriverà sul mercato ad aprile.

In sostanza, tutte le varianti di Giulia con propulsori con potenza superiore ai 200 CV (con l’eccezione della Giulia Quadrifoglio) continueranno ad essere testate in primavera ed arriveranno sul mercato europeo soltanto in un secondo momento. Il lancio commerciale della Giulia in Italia e negli altri mercati del continente sarà affidato alla Giulia Quadrifoglio ed alle varianti base della gamma turbodiesel con motore da 2.2 litri. Probabilmente già in primavera sarà possibile ordinare tutte le altre versioni benzina e diesel della Giulia ma le consegne dovrebbero avvenire soltanto in un secondo momento.

Maggiori dettagli in merito all’arrivo sul mercato dell’Alfa Romeo Giulia emergeranno in occasione della presentazione della gamma completa della berlina che avverrà al Salone di Ginevra di inizio marzo. In occasione della fiera svizzera, Alfa Romeo rivelerà tutti i dettagli in merito alla dotazione ed agli allestimenti disponibili per la vettura e, soprattutto, ufficializzerà i prezzi di vendita per l’Italia e l’Europa. Continuate a seguire ClubAlfa.it per tutte le novità sulla Giulia.

  • Luigi Di Marco

    • Si in produzione dal 14 Marzo………. Ma non dice di quale Anno uahahahahahahahahah

  • Maurizio

    Finalmente! L’abbiamo aspettato tanto.

  • lionking

    vero, meno male… grande attesa, ma almeno partirà dal turbodiesel!

  • Ma è vero che la quadrifoglio da superiore a 400 cv nn verra più fatta x motivi di sicurezza?

    • Jonas Alexander

      Falso 😉 la Quadrifoglio Verde (2.9 V6 510cv) è prevista 🙂