F1 Ferrari: Vettel vola, è suo il miglior tempo

F1 Ferrari: Vettel vola, è suo il miglior tempo

La Ferrari vola a Le Castellet, il circuito francese dove sono stati testati gli pneumatici invernali per la nuova stagione 2016 di Formula Uno. Il pilota della Rossa, Sebastian Vettel, ha fatto registrare il giro più veloce con le gomme intermedie, fermando il tempo a 1’06″750. Da segnalare che Vettel è rimasto in pista per 134 giri, più di tutti.

Ferrari sogno mondiale F1

Dietro il tedesco della Ferrari, si piazza la Red Bull di Daniil Kvyat e la McLaren di Stoffel Vandoorne.

Soddisfatto il giovane campione tedesco dopo la prova in pista: ‘È sempre utile poter guidare. È stato divertente, anche se in questo tipo di test si provano tanti prototipi, senza sapere quali sono e neppure se verranno utilizzati in futuro. Se sai come erano le vecchie gomme puoi farti un’idea, ma non si può parlare di risultati. Rispetto a ieri, oggi era più asciutto, perché in pista è stata versata meno acqua ma è stato fatto un ottimo lavoro nel mantenere le condizioni dell’asfalto sempre costanti’.

Un Sebastian Vettel dunque molto contento al termine dei collaudi sul circuito Paul Ricard a Le Castellet (Francia), in vista della stagione in partenza il prossimo mese di marzo.

Tornando ai test sul bagnato a Le Castellet, da segnalare che il giorno prima Kimi Raikkonen aveva fatto registrare il tempo peggiore tra Red Bull, McLaren e Ferrari.

Velocissimo, come anticipato, anche Daniil Kvyat che ha preso il posto di Daniel Ricciardo nei test ed ha girato in 1.06.833.

Per la McLaren è nuovamente sceso sul circuito il giovane campione belga della Gp2, Stoffel Vandoorne che in tutto ha fatto registrare 127 giri, con il migliore in 1.07.758.

Ecclestone tifa Ferrari

Il prossimo Mondiale di Formula 1 è previsto molto più equilibrato rispetto agli ultimi dominati dalla Mercedes. È quanto dichiarato proprio dal boss del circus, Bernie Ecclestone: ‘Non credo che la possibilità che la Mercedes domini ancora sia poi un bene per loro, anzi, non è un bene per nessuno. E soprattutto non lo è per il pubblico. La speranza è quella di ritrovarci ad inizio campionato con più squadre molto competitive. Quello di cui abbiamo davvero bisogno è vedere una Ferrari in grado di tenere il passo della Mercedes’.