Alfa Romeo Giulia, la produzione dei modelli di serie inizierà tra gennaio e febbraio

di -
Alfa Romeo Giulia

Il mistero legato all’arrivo sul mercato della nuova Alfa Romeo Giulia, la berlina di segmento D che darà il via effettivo al piano di rilancio del marchio Alfa Romeo, registra un nuovo aggiornamento. La nuova berlina del marchio italiano, come confermato già dai dirigenti di Alfa Romeo nelle scorse settimane, sarà sul mercato nelle settimane successive il Salone dell’auto di Ginevra, al via ad inizio marzo. Nel corso dell’evento fieristico elvetico, Alfa Romeo presenterà, finalmente, la gamma completa della sua berlina.

Stando a nuovi aggiornamenti sul progetto, la nuova Giulia potrebbe entrare in produzione già nel mese di gennaio. La data indicata dalle fonti di Alfa Romeo Project 952 è quella dell’11 gennaio, il primo lunedì post festività che potrebbe essere stato scelto da Alfa Romeo per dar via ai lavori di assemblaggio dei modelli finali di Giulia nello stabilimento di Cassino. Non è da escludere, come indicano altre fonti, che l’effettiva produzione degli esemplari di serie della nuova Alfa Romeo Giulia possa avere inizio soltanto nel mese di febbraio. Attualmente, infatti, il marchio italiano sta testando alcune unità di pre-serie per garantire la massima affidabilità di tutti i componenti della vettura ed, in particolare, di tutte le motorizzazioni che arriveranno sul mercato.Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 4

Come detto anche in precedenza, l’effettivo debutto sul mercato delle prime unità di Alfa Romeo Giulia dovrebbe avvenire nella seconda metà di marzo sia per quanto riguarda la Giulia Quadrifoglio, la versione top di gamma della berlina dotata del potentissimo motore di derivazione Ferrari da 510 CV, che per quanto riguarda le altre varianti benzina e diesel. Entro la fine di aprile, la nuova Giulia dovrebbe essere disponibile in tutti i mercati europei per poi raggiungere il Nord America sul finire della prossima primavera. Ricordiamo che, al lancio, la nuova Alfa Romeo Giulia dovrebbe poter contare essenzialmente su tre motorizzazioni:

  • 2.9 V6 biturbo da 510 CV della Giulia Quadrifoglio
  • 2.0 turbo benzina disponibile in tre step di potenza (200, 250 e 280 CV)
  • 2.2 JTDM turbodiesel  disponibile in tre step di potenza (150, 180 e 210 CV)

Al momento soltanto il motore della Giulia Quadrifoglio ed il 2.0 turbo benzina da 280 CV sono da ritenersi ufficiali. Le restanti motorizzazioni, infatti, saranno svelate da Alfa Romeo nelle prossime settimane.

Con la fine del 2015 alle porte, dobbiamo cerchiare sul calendario due appuntamenti. Ad inizio gennaio ci sarà, infatti, il Salone dell’auto di Detroit, il più importante evento fieristico dedicato al mondo delle quattro ruote del Nord America, mentre a marzo ci sarà il Salone di Ginevra che segnerà il debutto in pubblico della gamma completa. A Detroit, Alfa Romeo potrebbe rivelare nuovi dettagli in merito alla sua berlina come, ad esempio, informazioni precise in merito all’inizio della produzione ed alle varie motorizzazioni che arriveranno sul mercato. Per ora, quindi, non ci resta che attendere ancora qualche giorno prima di poter avere un’idea più chiara sul futuro della nuova Giulia destinata, in ogni caso, a cambiare radicalmente il marchio Alfa Romeo nel corso del prossimo anno. Continuate a seguirci per saperne di più.