Alfa Romeo 4C, il tuning di Romeo Ferraris

Alfa Romeo 4C Romeo Ferraris

L’Alfa Romeo 4C può essere considerata, senza alcun dubbio, come uno dei modelli più belli ed interessanti disponibili, ad oggi, sul mercato delle quattro ruote. Una vettura davvero unica che rappresenta il primo passo, o sarebbe meglio dire una sorta di gustosa anteprima, del piano di rilancio di Alfa Romeo che prenderà il via effettivo con il debutto sul mercato della nuova Alfa Romeo Giulia. In queste ore, l’Alfa Romeo 4C torna in prima pagina grazie al tuning di Romeo Ferraris che punta ad esaltare, ancora di più, il carattere sportivo della bellissima coupé di casa Alfa Romeo.

Alfa Romeo 4C, il tuning di G-Tech

L’Alfa Romeo 4C può contare, come ben noto, sul motore turbo benzina quattro cilindri da 1.75 litri che, nella versione di serie, eroga una potenza massima di 240 CV con un valore massimo della coppia motrice esplicata pari a ben 350 Nm. Grazie al tuning di Romeo Ferraris, che sfrutta al meglio un intervento di modifica alla centralina, l’Alfa Romeo 4C riesce a raggiungere una potenza massima di 268 CV, con un upgrade di 28 CV, ed una coppia motrice di 388 Nm, con un incremento di 38 Nm. Grazie a questi interventi, l’Alfa Romeo 4C modificata da Romeo Ferrari raggiunge una velocità massima di 263 km/h, la versione di serie arriva a 258 km/h, mentre lo scatto 0-100 km/h si riduce passando da 4.5 secondi a 4.3 secondi. Alfa Romeo 4C

Le personalizzazioni di Romeo Ferraris non si fermano al motore. Il tuning sull’Alfa Romeo 4C porta con sé, infatti, anche anche un nuovo scarico con valvole in grado, tramite un telecomando, di trasmettere un suono stradale o racing. In aggiunta a ciò, sono in fase di delibera ulteriori novità come una maggiorazione della turbina di serie che consentirà all’Alfa Romeo 4C di toccare quota 300 V ed un nuovo collettore di scarico twin scroll con turbina dedicata su cuscinetti ceramici che porterà la potenza massima a ben 350 CV. Il tuning di Romeo Ferraris dell’ Alfa Romeo 4C non si ferma alle novità meccaniche ma permette una maggiore personalizzazione della vettura con componenti in carbonio, nuovi modelli di cerchi in lega disponibili, assetti regolabili in altezza e tarature con set up totalmente personalizzabili in grado di adattare la vettura ad un uso in pista o in strada. In aggiunta a ciò troviamo l’oscuramento dei vetri ed una vastissima gamma di personalizzazione per gli interni dell’abitacolo.

  • Lucio Scuderi

    Riuscirà almeno Ferraris a portarla nelle competizioni questa 4C. Quando esordì questa vettura tutti dicevano che si respirava aria di competizioni, ma tutti noi ancora siamo a bocca asciutta.

    • Kon Tro

      Nelle competizioni già c’è, fa la safety car nel WTCC, tanto soltanto quello può fare, visto che è troppo leggera per competere con il regolamento attuale.
      Al massimo puoi sperare nella Giulia QV

      • Lucio Scuderi

        Fare la sfety car e gareggiare non è proprio la stessa cosa, ma io non dico di farla gareggiare nel WTCC, ma magari creare un campionato monomarca come con le Elise. La Giulietta invece non la vedrei tanto male nel WTCC