Alfa Romeo Giulia, una versione ibrida in arrivo nel 2017?

di -
Alfa Romeo Giulia

La vettura più chiacchierata ed attesa dell’estate per il mondo delle quattro ruote è, senza dubbio, la nuova Alfa Romeo Giulia, la nuova bellissima berlina della casa italiana che, sin dal giorno della sua presentazione, sta facendo parlare tantissimo di sé. Chiacchiere estive in gran parte visto e considerato che, almeno sino al Salone di Francoforte di settembre, Alfa Romeo non rivelerà alcun dettaglio ulteriore rispetto alle pochissime informazioni fatte trapelare in occasione della presentazione della Giulia Quadrifoglio Verde ad Arese avvenuta a fine giugno.

Giulia Quadrifoglio Verde, velocità massima di 330 km/h?

Tra i rumors più interessanti oggi ne riportiamo uno un particolare legato ad un possibile sviluppo futuro della gamma della nuova Alfa Romeo Giulia che, dopo il debutto sul mercato fissato per l’inizio del 2016 con un’offerta costituita da diversi motori benzina e diesel, nel 2017 potrebbe registrare il debutto di un’inedita versione ibrida plug-in, una novità assoluta per Alfa Romeo e FCA che ha intenzione, in vista dei prossimi anni, di puntare anche sull’ibrido cercando così di riproporre soluzioni già molto apprezzate dai clienti del mercato premium in cui Alfa Romeo punta a ritagliarsi il suo spazio. In occasione dello scorso Salone di Detroit di gennaio, quando la Giulia era ancora un mistero, Harald Wester, numero uno di Alfa Romeo, confermò che l’ibrido avrebbe fatto parte del futuro di Alfa Romeo ed in particolare dei due nuovi SUV che arriveranno sul mercato entro il 2018. 

Alfa Romeo SUV, nuovo rendering basato sulla Giulia

Uno dei due nuovi SUV di casa Alfa Romeo, pronto per il debutto ad inizio 2016, sarà basato sulla piattaforma Giorgio, la stessa su cui poggia la nuova Alfa Romeo Giulia che, quindi, potrebbe registrare il debutto di una versione ibrida con un sistema basato su di un motore benzina ed un’unità elettrica del tutto simili a quanto Alfa Romeo realizzerà per il suo nuovo SUV. Gli aspetti tecnici, per ora, sono totalmente ignoti. Probabilmente sarà necessario attendere il debutto della gamma completa della Giulia, prima, e del nuovo SUV Alfa Romeo, poi, per saperne di più. Il clienti del mercato premium, già da diversi anni, stanno mostrando interesse per le motorizzazioni ibride ed Alfa Romeo ha tutta l’intenzione di farsi trovare pronta. FCA, più in generale, investirà nei prossimi anni nel settore dell’auto ibrida con il debutto di diversi modelli. Ad esempio, una versione ibrida ci sarà anche per il nuovo SUV Maserati Levante, l’ultimo tassello del piano di crescita del brand Maserati su scala intenzionale.

Alfa Romeo Giulia 2

La versione ibrida, già confermata, per il primo SUV di Alfa Romeo sarà, molto probabilmente, accompagnata dal debutto di un’inedita versione ibrida della Giulia che, da inizio 2016, arriverà sul mercato forte di una gamma decisamente articolata che presenterà, come detto, diverse motorizzazioni benzina, con il top di gamma rappresentato dal 3.0 V6 da 510 CV di derivazione Ferrari, e altrettante motorizzazioni diesel tra cui spiccheranno una versione evoluta del 2.2 MultiJet turbodiesel prodotto a Pratola Serra, con un range di potenza compreso tra 135 e 210 CV, ed il più potente V6 da 3.0 litri, già visto sulla Maserati Ghibli, con potenze intorno ai 250-300 CV che, in questi giorni, Alfa Romeo sta testando al Nurburgring. Maggiori dettagli in merito ai possibili sviluppi futuri della gamma Alfa Romeo arriveranno, senza alcun dubbio, nel corso delle prossime settimane. L’appuntamento da cerchiare sul calendario è per il Salone di Francoforte di settembre quando Alfa Romeo dovrebbe finalmente rivelare ulteriori dettagli sulla sua nuova berlina confermando, si spera, anche l’ipotetica versione ibrida oggetto, in queste ore, di nuovi rumors.

  • beppedelp

    La Giulia in versione ibrida deve essere un vero gioiello. Oltre essere economica sul consumo e meno inquinante, avrà delle prestazioni ancora più impressionante sull’accelerazione. Poi magari un giorno anche un’alleanza con Tesla, perché no?

    • Il gelataio

      magari in accoppiata con un diesel ad alta efficienza…

    • wissender

      Ma questo vale di più per l’intera FCA.
      Invece per la Alfa Romeo e’ meglio se porta le sue proprie scientifiche in avanti, tutte Alfa Romeo.
      Io ci crederei, anche perché c’è gente veramente in gamba in Italia.

  • Brauchen wir nicht!!!

    • iuri Fusari

      Siamo in Italia. Lingua ufficiale: Italiano

  • orazio.bacci

    E la Giulietta Alfa Romeo che quando uscirà vi pregherei,ingegneri motoristi di farla ibrida non è che in fondo sia così complicata.Alfa Romeo onore al merito,ma non fatele pagare in modo proivitivo.