Alfa Romeo SUV: Nuove informazioni e prime foto spia di un prototipo

di -
Alfa Romeo SUV

In attesa del debutto ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia, in programma per il 24 di giugno, la casa italiana è impegnata nello sviluppo di un nuovo interessantissimo progetto, il primo SUV di Alfa Romeo che dovrebbe debuttare in pubblico nella seconda parte del prossimo anno permettendo al marchio italiano di debuttare all’interno di un segmento inedito che non può più essere ignorato visto l’estremo interesse da parte della clientela di tutto il mondo per questo genere di veicoli.

Nelle ultime ore, l’autorevole magazine Quattroruote ha pubblicato una serie di foto spia, che vi proponiamo poco più sotto scorrendo l’articolo, che ritraggono quello che potrebbe essere uno dei primi prototipi avvistati in strada del nuovo SUV Alfa Romeo atteso per il prossimo anno. E’ bene sottolineare come il muletto avvistato nel corso del test ride, a conti fatti, non presenti ancora alcun elemento estetico riconducibile in modo diretto al futuro design del SUV Alfa Romeo. Questo prototipo, infatti, si nasconde sotto una versione leggermente modificata della carrozzeria della Fiat 500L Living, deducibile anche dall’allungamento della distanza tra il passaruota anteriore e la portiera, che, di fatto, protegge le parti meccaniche su cui il team di sviluppo sta eseguendo i tradizionali test preliminari.

 

Il progetto del nuovo SUV di casa Alfa Romeo rappresenta, cosi come la Giulia, un vero e proprio mistero. La casa italiana, infatti, per il momento non ha rivelato alcuna informazione ufficiale in merito al suo nuovo SUV che, per ora, fa parlare di sé soprattutto grazie ai tantissimi rumors in arrivo dal web. Persino il nome del nuovo veicolo, per ora, è completamente sconosciuto e risulta difficile avanzare particolari ipotesi a riguardo. L’unico vero punto fermo su cui poggiano tutte le ipotesi e le indiscrezioni legate al nuovo SUV Alfa Romeo è rappresentato dalla piattaforma Giorgio a trazione posteriore che sarà alla base anche del progetto Alfa Romeo Giulia. Il nuovo SUV, inoltre, sarà prodotto a Cassino, lo stesso stabilimento da dove usciranno tutte le unità prodotte della nuova berlina della casa italiana.

Il legame strettissimo tra la Giulia ed il primo SUV Alfa Romeo si evidenzierà, ancora di più, nel comparto delle motorizzazioni che presenterà più di un punto di contatto. Probabilmente la Giulia, data anche la natura del progetto, potrebbe presentare una serie di motorizzazioni dal carattere maggiormente sportivo ma, secondo i rumors dei giorni scorsi, entrambi i due nuovi veicoli potranno contare su di un solido comparto di unità diesel in cui dovrebbe figurare il nuovo motore 2.2 turbodiesel che, sempre secondo indiscrezioni non ancora confermate, dovrebbe essere realizzato in diversi step di potenza in grado di soddisfare praticamente tutte le esigenze. All’orizzonte, per il nuovo SUV, si prospetta il debutto anche di un inedito turbodiesel a sei cilindri a V da 3.0 litri in grado di rappresentare una valida proposta per la fascia alta del listino a gasolio.

In ogni caso, il nuovo SUV Alfa Romeo e la nuova Giulia giocheranno un ruolo fondamentale per il rilancio del marchio. Come abbiamo già affermato in diverse occasioni, sarà compito di questi due veicoli, oltre che della nuova Giulietta, tentare la scalata verso il target, davvero ambizioso considerando lo stato attuale del brand, delle 400 mila unità vendute in tutto il mondo di cui almeno 150 mila dovranno arrivare soltanto dal mercato nordamericano dove, attualmente, Alfa Romeo presenta unicamente l’Alfa Romeo 4C e la 4C Spider. Maggiori dettagli in merito al nuovo SUV emergeranno, senza dubbio, nel corso delle prossime settimane.

  • a la firma Fiat

    • Albo89

      quindi?

    • Alessio Mazz

      HA casomai….

  • Massimo Bellia Gianluca Morello

  • Vincenzo Giancristofaro

    La Suv in foto è bella.. ma sono anni che girano foto più che veicoli marcianti..oggi per competere occorre essere avanti.. non inseguire.. comunque in bocca al lupo all’Alfa!

  • Novello Lanci

    vorremmo una nuova Alfa e non ancora l’ennesima Fiat mascherata Alfa!!!