L’intelligenza artificiale cambierà la ricarica dei veicoli elettrici

Daniele Di Geronimo Autore
L’intelligenza artificiale può migliorare l’affidabilità della ricarica delle auto elettriche? Ecco i risultati di uno studio pilota.
Intelligenza artificiale ricarica auto elettriche

L’intelligenza artificiale sta prendendo sempre più piede e ogni settore si sta interrogando su come l’AI può migliorarlo. Anche il campo della ricarica dei veicoli elettrici rientra tra quelli oggetto dell’azione dell’intelligenza artificiale. Che l’AI non è una questione di nicchia lo confermano anche le recenti ricerche condotte da Microsoft e gli investimenti di Volkswagen. Per quel che riguarda la ricarica dei veicoli elettrici c’è un interessante studio condotto dall’Università del Michigan Transportation Research Institute (UMTRI) e dalla startup Utilidata.

Come l’AI può rendere più affidabile la ricarica dei veicoli elettrici

AI ricarica auto elettriche

Lo studio pilota realizzato dai membri del team dell’Università del Michigan Transportation Research Institute (UMTRI) e della startup Utilidata indaga come i nuovi strumenti di intelligenza artificiale potrebbero fornire dati in tempo reale per rendere più affidabili la rete elettrica e la ricarica dei veicoli elettrici.

L’AI, infatti, può analizzare il comportamento di ricarica dei veicoli elettrici e da questi dati potrebbero arrivare informazioni utili per migliorare sia l’esperienza degli automobilisti che i servizi pubblici a rispondere ai picchi di richiesta di elettricità. La ricarica dei veicoli elettrici, infatti, può portare a un aumento dell’assorbimento che può ridurre la qualità dell’energia e usurare le apparecchiature di ricarica.

Ricarica auto elettriche AI

Un insieme di problemi che determinano uno spreco di energia e che, ancora, potrebbero danneggiare i veicoli. Anche per questi motivi è importante trovare non solo soluzioni ma anche interventi preventivi. L’intelligenza artificiale, con i modelli predittivi, può in questo senso rivelarsi una grande opportunità.

I ricercatori hanno previsto l’installazione di adattatori per i contatori elettrici che hanno analizzato corrente, tensione, potenza e altre dinamiche, mentre parallelamente erano stati dotati dei dispositivi di controllo su 10 veicoli che frequentavano il campus universitario.

Ricarica auto elettriche

La ricerca ha monitorato le abitudini di ricarica con l’obiettivo di fornire dati ed elementi utili per le società di ricarica perché possano prevedere risposte efficaci per preservare le loro apparecchiature e garantire un servizio eccellente ai propri clienti. Uno dei punti di forza più interessanti dell’uso dell’AI in questo settore potrebbe arrivare dalla capacità di analisi dei dati in tempo reale così da superare le difficoltà legate all’imprevedibilità di quando le persone avranno necessità di ricaricare le proprie auto e si fermeranno nelle relative colonnine di ricarica.

Inoltre dallo studio pilota è emerso il problema del ciclo breve e dell’assorbimento di potenza incoerente da parte dei veicoli che iniziavano a caricarsi anche dopo che la batteria era completamente carica. Questo provoca una perdita di energia e un inutile surriscaldamento di cavi e trasformatori. Un altro dato interessante emerso dalla ricerca è legato alla perdita di qualità dell’energia quando l’elettricità si allontana dagli intervalli di frequenza e tensione ideali.

  Argomento: 
Share to...