in

Renault punta a rafforzare l’alleanza con Nissan per riaprire la trattativa con FCA

Il CEO di Renault Bolloré torna sull’argomento della fusione con FCA

A margine dell’apertura del Salone dell’auto di Francoforte, nel corso della giornata di ieri, il CEO di Renault Thierry Bolloré ha chiarito che i colloqui per la fusione con FCA sono “acqua passati” e che al momento, come già ampiamente specificato nelle scorse settimane dall’azienda francese, non c’è alcuna proposta di fusione sul tavolo e, quindi, non c’è alcuna trattativa in corso. 

Le dichiarazioni di Bolloré, come facilmente prevedibile, hanno generato un forte riscontro mediatico anche perché nelle ultime settimane si è parlato, in diversi casi, di un riavvicinamento tra FCA e Renault con i due gruppi che, secondo alcune fonti, erano vicini ad aprire una nuova trattativa per dar luogo ad una fusione che tanti analisti hanno già giudicato come molto positiva per entrambe le aziende. 

Il piano di Renault: rafforzare l’alleanza con Nissan per riaprire la trattativa con FCA

In queste ore, nel corso di un’intervista rilasciata al magazine Quattroruote, Bolloré è tornato sull’argomento e sulle sue dichiarazioni di ieri confermando quanto affermato in merito all’assenza di una trattativa ma sottolineando un aspetto aggiuntivo. Secondo il CEO di Renault, infatti, i margini per una riapertura delle trattative ci sono. 

Il focus principale di Renault, attualmente, è rappresentato dal rafforzamento dell’alleanza con Nissan, un partner chiave per il futuro della casa francese. Bolloré ha specificato che la proposta di FCA coinvolgeva, in modo notevole, anche la casa nipponica e tutti gli asset ad essa collegati. Di conseguenza, appare evidente che il ruolo di Nissan e il rafforzamento dell’alleanza franco-nipponica sono elementi essenziali nella creazione delle giuste basi per riaprire una trattativa che, come definito dal manager di Renault, potrebbe portare ad un’intesa che, sul piano industriale e delle performance globali, può essere considerata come “eccezionale”.

Staremo a vedere cosa succederà nel corso delle prossime settimane ma è chiaro che Renault non ha chiuso la porta ad FCA e, come confermato nelle scorse settimane dai manager del gruppo italo-americano, la possibilità di una riapertura della trattativa esiste. Per poter tornare a discutere un nuovo “deal” sarà però necessario che Renault risolva prima, in modo definitivo, i problemi che affliggono l’alleanza con Nissan.

Il ruolo di Nissan, come era già emerso lo scorso giugno, è fondamentale per poter portare a termine in modo positivo la trattativa. L’azienda nipponica sta vivendo un periodo davvero difficile e, anche con l’aiuto di Renault, dovrà risollevarsi per poter rafforzare l’alleanza e dar vita ad un possibile accordo industriale con FCA. 

Ulteriori aggiornamenti sulla situazione dovrebbero arrivare nel corso delle prossime settimane. L’autunno potrebbe registrare diverse novità sul tema dei rapporti tra Renault e Nissan e, quindi, anche sulla possibile alleanza con FCA.