in

FCA e Renault: il Ministro francese dice che non bisogna avere fretta

Bruno Le Maire pur essendo favorevole ad un accordo per la fusione con FCA invita alla calma i dirigenti di Renault

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire ha detto che non c’è bisogno di affrettarsi per quanto riguarda i negoziati sulla fusione tra Renault e Fiat Chrysler Automobiles, pur ribadendo che tuttavia desidera che l’accordo vada avanti. “Dovremmo prenderci tutto il tempo necessario per assicurarci che le cose vadano bene”, ha detto Le Maire mercoledì alla BFM TV, in merito ai colloqui di fusione. “Vogliamo fare questa fusione”, ha aggiunto, affermando inoltre che il governo voleva garanzie sui posti di lavoro della nuova entità, con sede a Parigi e corporate governance.

Fonti avevano in precedenza riferito a Reuters che FCA aveva risolto le principali divergenze con la Francia sulla sua proposta fusione con Renault, mentre i colloqui sul piano di collegamento avanzavano verso un possibile accordo che potrebbe arrivare nella giornata di mercoledì. Un compromesso sull’influenza francese potrebbe spianare la strada al consiglio di Renault per approvare un accordo quadro e iniziare il lungo processo verso una piena fusione. FCA, Renault e il suo azionista al 15 per cento, lo stato francese, sono in trattativa per valutare l’offerta della società italo americana di creare il terzo fabbricante d’automobili del mondo. La Francia ha accolto favorevolmente l’accordo, a condizione di garantire i posti di lavoro e gli impianti di Renault in Francia, preservando allo stesso tempo l’alleanza esistente con il partner giapponese Nissan.

Sembra che tu abbia bloccato le notifiche!

Clubalfa.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie SEGUICI QUI

Lascia un commento